«Microphone check...»: tornano i Public Enemy nel nuovo film di Spike Lee, e Chuck D si conferma “profeta di rabbia”

Sono passati diversi anni da quando Chuck D, leader dei Public Enemy, si è chiuso in studio insieme a Flavor Flav, Professor Griff, Terminator X e il team di produttori denominato the Bomb Squad. Non che non abbia fatto niente nel frattempo, visto che dal 1994, anno in cui usciva l’ultimo lavoro dei Public Enemy, Chuck ha scritto un libro - intitolato “Fight the power: Chuck D on Rap, Race and Reality” -, ha dato il via ad un programma di recupero che si chiama REACH (Rappers Educating All Curricula through Hip Hop), ha pubblicato un album come solista intitolato “Autobiography of Mistachuck” e ha partecipato alla colonna sonora di diversi film, tra cui i due di Spike Lee “Girl 6” and “Clockers”. Adesso Chuck ha riformato i Public Enemy al completo per la colonna sonora di “He got game”, il nuovo film di Lee, nella quale sarà presente il brano dei PE “Resurrection”, un titolo che sembra adatto al presente della band.
“Non è che ci siamo sciolti o meno”, ha detto Chuck, “semplicemente siamo ‘risorti’ per prendere parte a questo progetto”. Tra gli altri brani il gruppo esegue “Go cat go”, un brano nel quale è campionato il classico dei Buffalo Springfield “For what it’s worth”, brano di forte impronta politica che vedrà la partecipazione del suo autore Stephen Stills (vedi Archivio). Se è ancora tutto fermo rispetto ad un nuovo album dei PE, quindi, i fans del gruppo potranno intanto soddisfarsi con la colonna sonora di “He got game”, che verrà pubblicata il prossimo 28 aprile: il film, che vede tra gli attori Denzel Washington, uscirà negli States la prima settimana di maggio.
Music Biz Cafe, parla Roberto Razzini (Warner Chappell Music Italia)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.