Psy inizia a pensare al dopo-Gangnam

Psy inizia a pensare al dopo-Gangnam

Come si bissa una canzone che ha fatto ballare tutti, da Britney Spears a Barack Obama passando per Ban Ki-moon? Quale potrà mai essere il successore di un pezzo straripante e che ha oltrepassato 1 miliardo di visualizzazioni su YouTube? Quale sarà mai la canzone che dovrà far apprezzare Psy dopo la debordante "Gangnam style"? Compito immane, titanico, da giganti. Alla fine dello scorso novembre il simpatico sudcoreano aveva mostrato un po' di (comprensibile) paura: "Ho ancora un sacco di balli", aveva detto, "anche se sono preoccupato per il prossimo video: e come faccio a far meglio di 'Gangnam style'? Come riuscirò ad avere più di 850 milioni di visualizzazioni?". Trascorso un mese e messo in saccoccia un record certificato Guinness, il 35enne cantante asiatico, vero nome Park Jae-sang, sembra ostentare maggiore sicurezza. "Non penso che farò collaborazioni, fino a quando almeno il mio nuovo pezzo non sarà pronto", ha detto. "E non è ancora pronto. Sto pensando di fare tutto da solo, così potrei dimostrare d'essere in grado di farcela un'altra volta. Ce la sto mettendo tutta perché deve venire fuori un buon lavoro, sia come pezzo sia come video, e in più devo essere in grado di eseguire la canzone sul palco". E cosa è piaciuto ultimamente a Psy? "Mi piace molto 'We found love' di Rihanna", ha detto il cantante, che da sei anni è sposato con Yoo Hye-yeon. "Ultimamente ascolto anche 'Scream & shout' di will.i.am con Britney Spears".




Contenuto non disponibile







Psy lo scorso 31 dicembre si è esibito in Times Square a New York per le telecamere del programma "Dick Clark's New Year's Rockin' Eve with Ryan Seacrest" su ABC . Festa doppia, visto che il 31 dicembre è anche il suo compleanno.

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.