2013, il ritorno delle chitarre (dice il 'Daily Telegraph')

2013, il ritorno delle chitarre (dice il 'Daily Telegraph')

Abbracciando una tendenza emersa negli ultimi giorni su alcuni quotidiani britannici, anche il "Daily Telegraph" prevede che il 2013 possa vedere il ritorno del rock chitarristico. Neil McCormick del giornale londinese afferma che "negli ultimi anni si è verificata una quasi totale assenza di band chitarristiche che abbiano raggiunto i piani alti delle classifiche; nella cultura giovanile del mercato di massa la sola vera presenza è stata quella di rock da stadio come Coldplay e Muse". Ma il 2013 potrebbe diventare rumoroso. "Questo è ciò che l'industria discografica spera, sebbene tutte le prove dicano il contrario". Perché il contrario? Perchè "Internet e onde radio risuonano di bleep digitali e beat sintetici di electro, hip-hop, techno e tutti gli altri figli mutanti del 21° secolo", e così "il genere di rock tribale che ha dominato la cultura giovanile per 50 anni è in ripido e potenzialmente terminale declino commerciale". E, sebbene molti si stiano sbracciando per gente neofolk come Mumford & Sons, McCormick fa sapere che tutte le etichette stanno cercamndo di spingere delle guitar bands come loro più rosea prospettiva per il 2013. E da chi è composta questa "ondata di sexy young rock groups"? Fuori i nomi: Kodaline, Palma Violets, The 1975, Strypes. Ma anche le Haim. E poi Bastille, Savages, Little Green Cars e Deap Vally. E, se poi proprio non si avesse voglia di ascoltare i giovani, evviva evviva ci sono sempre i vecchi. Il giornalista infatti riferisce che nel 2013 arriveranno i nuovi dischi di rocchettari impenitenti quali




Contenuto non disponibile







 Black Sabbath, AC/DC, Rage Against the Machine, Pearl Jam, Iron Maiden, Motörhead, Anthrax , Stereophonics, Kings of Leon, Biffy Clyro e Bon Jovi.
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.