Comunicato Stampa: Terza tappa del Tora! Tora! Festival

Comunicato Stampa: Terza tappa del Tora! Tora! Festival
La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

E’ IN ARRIVO LA TERZA TAPPA DEL
TORA! TORA! FESTIVAL 2002

LUNEDI’ 22 LUGLIO 2002
C/O lo Stadio Comunale di PONTASSIEVE (FI) CON

AFTERHOURS, MAX GAZZE’, LA CRUS, DELTA V, CRISTINA DONA’ E MOLTI ALTRI;

9 CONCERTI PER CONTINUARE A SCOPRIRE LA VERA FACCIA DEL ROCK ITALIANO

Il Tora! Tora! Festival arriva al “giro di boa”, a metà strada del suo percorso per il 2002, e dopo il grande successo di Padova (13.000 persone accorse allo Sherwood Festival il 13 luglio) si prepara al suo terzo appuntamento, questa volta allo Stadio Comunale di Pontassieve, nei pressi di Firenze.
Il festival, che per la prima volta sbarca in Toscana, porterà ben 9 concerti in grado di offrire e toccare molti dei diversi generi musicali che caratterizzano la scena “alternativa” nostrana, dal rock al pop-rock fino all’elettronica con cadenze dance, in una giornata che, di sicuro, sarà all’insegna del divertimento ad un prezzo più che accessibile, 8 euro.
Nella data toscana del primo festival itinerante italiano, voluto e diretto da Manuel Agnelli degli Afterhours, anche questa volta ci saranno delle gradite sorprese, infatti oltre agli artisti che hanno già solcato il palco del Tora! Tora! quest’anno, ovvero Afterhours, La Crus e Cristina Donà, grande è l’attesa per le esibizioni di artisti affermati come Max Gazzè e Delta V.
Il Tora! Tora!, come consuetudine del 2002, non dimentica le nuove leve della musica indipendente italiana; potranno usufruire della vetrina di questa importante manifestazione anche band ancora poco conosciute al grande pubblico, spazio dunque per Micevice, Sushi, Sux!, e Marco Parente artisti che già si sono “fatti le ossa” con lunghe esperienze nell’underground.

Ma ecco delle brevi note biografiche degli artisti presenti a Pontassieve, in rigoroso ordine alfabetico:
Afterhours: capitanati dal carismatico Manuel Agnelli sono probabilmente il nome più rappresentativo degli ultimi 15 anni di storia musicale italiana, sin dai loro esordi negli anni ’80 si sono caratterizzati per il loro rock adrenalinico, raffinato, sognante, ruvido, tagliente e psichedelico, fortemente emozionale, sintetizzato nel nuovo album “Quello Che Non C’è” entrato, appena pubblicato, direttamente al 4° posto della classifica italiana, confermando l’importanza di questa band nel panorama musicale italiano.
Formazione: Manuel Agnelli (voce, chitarra,tastiere), Giorgio Prette (batteria), Andrea Vitti (basso), Dario Ciffo (violino acustico ed elettrico, hammond).
Cristina Donà: raffinata ed intensa, è senza dubbio una tra le cantanti più rappresentative della scena musicale italiana, un talento apprezzato da molti artisti sia italiani che stranieri tra cui spiccano David Byrne, Ani Di Franco e Robert Wyatt, quest’ultimo l’ha invitata ad esibirsi all’edizione del 2001 del Meltdown Festival di Londra, importante rassegna curata direttamente da artisti storici del rock inglese, quest’anno lo stesso festival era a cura di David Bowie.
Formazione: Cristina Donà (voce e chitarra); Alberto Cottica (fisarmonica).
Delta V: La formazione ruota intorno al nucleo formato da Carlo Bertotti (musiche) e Flavio Ferri (testi), due musicisti milanesi che sin dalla fine degli anni ’70 condividono esperienze musicali nella produzione di jingles pubblicitari sfociati nella creazione di musica di base elettronica-dance fortemente influenzata dal beat anni ’60, una influenza visibile anche dal look che il gruppo ha adottato per tutti i suoi videoclip più recenti. Dopo diversi cambiamenti di cantanti e l’uscita nel 2001 dell’album “Monaco 74”, la band si è assestata trovando il perfetto feeling con la voce della affascinate singer americana Gi Kalweit, dall’impeccabile accento italiano.
La Crus: Mauro Ermanno Giovanardi e Cesare Malfatti è dai primi anni '90 che ricevono premi su premi dalla critica, Premio Ciampi, Premio Tenco, partecipazioni ad Arezzo Wave e al Primo Maggio a Roma. L'anno scorso i La Crus hanno pubblicato l'album di cover "Crocevia", con pregevoli reinterpretazioni di grandi classici di artisti come Patty Pravo (presente lei stessa in "Pensiero Stupendo"), Paolo Conte, Giorgio Gaber, creando un ponte ideale tra quello che è stato il passato e quello che sarà il futuro della “musica melodica” italiana. La loro formazione live vede Mauro Ermanno Giovanardi alla voce, Cesare Malfatti alla chitarra e ai campionamenti, Luca Lagash al basso, Paolo Milanesi alla tromba ed ai campionatori, Leziero Rescigno alla batteria.
Marco Parente: Napoletano di nascita, ma fiorentino d’adozione come batterista partecipa alla realizzazione in studio di “Ko de Mondo” e “Linea Gotica” dei C.S.I.. Dal 1996 è attivo come solista nei panni di autore, arrangiatore, cantante e chitarrista. Ma è nell’unire la poesia alla musica che Parente trova la sua dimensione ideale, ne è testimonianza il tour “PullMan My Daisy” a cui partecipa in compagnia di Ferlinghetti, Ed Sanders, Anne Waldaman, John Giorno, Alejandro Jodorowsky e molti altri poeti e musicisti. Nel 2001 apre insieme a Paolo Benvegnù (Scisma) alcuni concerti di Afterhours ed inizia a collaborare con Manuel Agnelli, al fianco del quale partecipa al Premio Ciampi 2001.
Formazione: Parente (voce, piano); Andrea Franchi (batteria); Gionni Dall’Orto (basso); Paolo Benvegnù (chitarra).
Max Gazzè: il pop italiano era alla ricerca di chi potesse renderlo sofisticato, colto, poetico ed allo stesso tempo orecchiabile, ed ecco arrivare da Roma Max Gazzè. L’esperienza musicale di Gazzè parte dagli anni ’80 in band punk inglesi e belga, con cui realizza svariate tournée in giro per l’Europa. Gazzè acutizza la sua attitudine al “pop” sofisticato, pubblicando “La Favola Di Adamo Ed Eva” ma è la partecipazione a San Remo nel 1998 con “Una Musica Può Fare” che lo fa conoscere al grande pubblico e che fa diventare un vero successo l’album “Max Gazzè” del 2000, successo confermato anche dall’ultimo lavoro in studio “ Ognuno fa quello che gli pare?” del 2001.
Formazione: Max Gazzè (voce e Basso); Cristiano Micalizzi (batteria); Clemente Ferrari (tastiere); Francesco De Nigris (chitarra).
Micevice: Dietro al nome Micevice si cela la figura di Giovanni Ferrario, cantante/chitarrista sulle scene da più di un decennio, al fianco di artisti come Estra, Cristina Donà e soprattutto Scisma di cui ha co-prodotto nel 1999 l’album “Armstrong”, uno tra i dischi più raffinati e curati usciti in Italia, tanto da essere pubblicato dalla Parlophone/Emi (etichetta tra gli altri di Beatles e Radiohead). Con i Micevice dopo l’album “Bipolars Of The World Unite (Great Machine Pistola)” del 2000, che può considerarsi una raccolta di brani scritti nel periodo 97/2000, è uscito di recente il toccante ed intenso “Stop Here: Love Store” (Homesleep), che conferma Ferrario tra i più acuti compositori di rock italiano.
Formazione: Giovanni Ferrario (voce, chitarra); Giorgia Poli (basso, voce); Michela Manfroi (tastiere); Dade Mahony (batteria)
Sushi: elettro-pop di ispirazione giapponese? Forse sì, i Sushi sono una realtà davvero creativa della scena italiana, sognanti e sospesi ma allo stesso tempo capaci di essere nei loro testi incisivi e taglienti. Grazie al nuovo album “Un Mondo Terribilmente Volgare” la band dimostra di essere maturata, non scappando più dai problemi nascondendosi dietro a viaggi immaginari ma affrontandoli faccia a faccia, con sonorità scure e spesso ricercate.
Formazione: Otti (voce); Paolo Menegotto (chitarre, basso); Ciuski (batteria); Alessandro Bavo (synth, sequencer, cori); Fulvio Bosco (basso, synth, cori)
Sux!: è l’ennesimo progetto di Giorgio Ciccarelli, personaggio che bazzica ormai da quindici anni il poco remunerativo mondo del rock underground italiano, sia come musicista che come fonico. La matrice musicale dei Sux! è legata a quel tipo di rock definito “alternativo”, con la presenza costante di chitarre dialoganti, sorrette da una ritmica precisa, con tempi il più delle volte dispari e una voce usata senza protagonismo, ma attenta, quando serve, a disegnare melodie efficaci.
Formazione: Giorgio Ciccarelli (voce, chitarra); Davide Colombo (chitarra); Piero Bruni (basso); Christian Born (batteria)

Il punto di forza del Tora! Tora! Festival sta nella volontà soprattutto degli artisti di voler dimostrare quale sia la reale dimensione del rock italiano e quale sia l’importanza che ricopre nel panorama musicale del nostro paese coinvolgendo anche importanti media partner come MTV, Popolare Network, Tutto Musica E Spettacolo, my-tv (www.my-tv.it) e lo sponsor tecnico Lee.
Inizio concerti ore 18.00
Ingresso € 8

Per informazioni al pubblico:
MESCAL: 0141/793496 www.mescal.it - info@mescal.it
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
25 ott
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.