Paparazzo muore per fotografare Justin Bieber. Lui: 'Nuove leggi sulla privacy'

Paparazzo muore per fotografare Justin Bieber. Lui: 'Nuove leggi sulla privacy'

"Auspicabilmente questa tragedia ispirerà finalmente una legge seria e tutte le altre misure necessarie a proteggere la vita e la sicurezza di personaggi celebri, poliziotti, passanti incolpevoli e degli stessi fotografi". Così Justin Bieber ha commentato pubblicamente la morte di un "paparazzo" che ieri, a El Lay (nei dintorni di Los Angeles), pensava di essersi messo sulle sue tracce. Il fotografo, che secondo le prime notizie non sarebbe stato un professionista, aveva scorto la Ferrari bianca del cantante in sosta sull'autostrada 405 per un controllo della polizia stradale (nell' abitacolo, però, non c'era Bieber ma soltanto un suo amico: pare si trattasse del rapper Lil Twist). Uscito dalla sua vettura per realizzare alcuni scatti e invitato immediatamente ad allontanarsi da una situazione potenzialmente pericolosa, l'uomo è stato travolto e ucciso da un incolpevole automobilista mentre cercava di fare ritorno alla sua automobile attraversando a piedi una strada molto trafficata. "Anche se non ero presente e non sono stato coinvolto direttamente in questo tragico incidente", ha commentato la giovane pop star in un comunicato stampa ripreso tra gli altri dal sito di Perez Hilton, "i miei pensieri e le mie preghiere vanno alla famiglia della vittima".

Bieber ha sempre avuto rapporti difficili con i fotografi che attentano alla sua privacy: nel mese di maggio dell'anno scorso era stato accusato di avere preso a calci e pugni un "paparazzo" in un parcheggio, mentre in luglio era stato protagonista di una fuga a tutta velocità da un altro reporter che cercava di ritrarlo al volante della sua auto sportiva.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.