Addio a Ray Collins, prima voce delle Mothers of Invention di Zappa

Ray Collins, voce delle Mothers of Invention di Frank Zappa nei primi due album (“Freak out!”, 1966, e “Absolutely free”, 1967) è morto il 24 dicembre a Pomona, in California, dove viveva in povertà. Era stato ricoverato al Pomona Valley Hospital Medical Center una settimana prima, dopo aver subìto un arresto cardiaco.
Ray Collins era nato nel 1936.

Aveva iniziato la carriera di cantante come corista falsettista per i gruppi doo-wop dell’area di Los Angeles. Nel 1964, col batterista Jimmy Carl Black (scomparso nel 2008), col bassista Roy Estrada, col sassofonista Dave Coronado e col chitarrista Ray Hunt, aveva costituito The Soul Giants, un gruppo che suonava cover di rhythm&blues. Era stato proprio Collins a far entrare Zappa nella band (dopo averlo sentito suonare alla Sportsman Tavern di Pomona) per sostituire Hunt, con il quale aveva avuto un diverbio. In seguito il gruppo cambiò nome, prima in Mothers poi in Mothers of Invention, e cambiò anche attitudini musicali, dedicandosi a materiale di propria composizione. .
Dopo i primi due dischi, Collins lasciò le Mothers of Invention, stanco delle inclinazioni satiriche di Zappa (“Volevo fare bella musica, ero cresciuto ascoltando Johnny Mathis e Nat King Cole”), ma restò in contatto con la band, nella quale rientrò più volte (in particolare come voce solista dell’album del 1968, il “doo-wop concept” “Cruising with Ruben and the Jets”).
Di Collins si erano perse le tracce da tempo: pare abbia vissuto in una roulotte a Claremont, in California, dove spesso veniva segnalato su qualche panchina. Aveva lavoricchiato come tassista a Los Angeles e come lavapiatti alle Hawaii, campando di assegni di disoccupazione e di qualche royalty incassata grazie a “Memories of El Monte”, il brano scritto da lui e Zappa sugli accordi di “Earth Angel” dei Penguins.

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.