Finalmente i Kingsmen incassano i soldi di 'Louie, Louie'

Nel 1964, i Kingsmen (un quintetto di Portland, Oregon, che era stato fondato sette anni prima: erano Lynn Easton, Gary Abbott, Don Gallucci, Mike Mitchell e Norman Sundholm) ebbero il loro primo e unico grande successo con "Louie, Louie".

Ma non incassarono nemmeno un centesimo degli enormi guadagni ottenuti dal disco: perché avevano firmato, con la casa discografica che lo pubblicò, un accordo secondo il quale rinunciavano ad ogni royalty in cambio di una percentuale sui profitti futuri. Peccato che non siano mai stati pagati. Soltanto nel 1993 i Kingsmen hanno deciso di citare in giudizio la casa discografica, e ora finalmente il tribunale ha dato loro ragione. Considerando l'innumerevole quantità di esecuzioni, covers, ristampe, inclusioni in colonne sonore, spot pubblicitari e compilation della canzone, i cinque dovrebbero mettersi in tasca una più che discreta sommetta. Meglio tardi che mai.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.