Concerti, Portishead: solo tre date fino all'estate del 2013

Concerti, Portishead: solo tre date fino all'estate del 2013

Niente agende fitte di impegni o calendari pieni di date per i Portishead, che dal 2011 sono al lavoro su un nuovo album di inediti in studio, ideale seguito di "Third" del 2008: gli alfieri del trip hop capitanati dalla carismatica Beth Gibbons, fino al termine della prossima bella stagione, hanno infatti annunciato solo tre appuntamenti.

Il primo è fissato per il 12 marzo al Caprice Festival di Crans-Montana, località turistica nella Svizzera francese a pochi chilometri dal confine italiano: esattamente tre mesi dopo - tra il 13 e il 15 marzo - il gruppo sarà di scena sul palco dell'Hultsfred Festival presso l'omonima cittadina svedese, e più o meno negli stessi giorni - tra il 14 e il 16 - la band prenderà parte a un'altra rassegna, il NorthSide Festival, in programma a Aarhus, in Danimarca.

Per il momento, non sono stati confermati altri appuntamenti. Apparsi sui palchi italiani nel corso della passata estate - a Verona e Roma - i Portishead, che hanno già dichiarato di non avere in programma particolari celebrazioni per il ventennale del loro album più famoso, "Dummy" ("Sinceramente non capisco la ragione di pubblicare qualcosa che, a suo tempo, non è stato giudicato all'altezza di comparire su un album", ebbe a dire Geoff Barrow a proposito delle outtakes che solitamente affollano le deluxe edition degli album storici: "Non abbiamo mai avuto molto materiale extra. E non parlo, per esempio, di una traccia dove io suono la chitarra acustica e Beth canta una canzone che poi non abbiamo registrato in studio: cose del genere, proprio, non ne abbiamo"), sono al lavoro dal 2011 ad un nuovo album di inediti: "A brevissimo ci rimetteremo a scrivere: prima ognuno fisserà le proprie idee, poi ci troveremo tutti insieme per cercare di farle combaciare: è un metodo di lavoro che può sembrare strano ma è comunque molto eccitante", disse alla fine di novembre 2010 Adrian Utley, senza offrire specifiche sulle tempistiche dell'operazione.

Contenuto non disponibile


Da allora, sul versante discografico, non si ebbero più notizie. L'unica voce a farsi sentire, nel luglio del 2011, fu sempre quella di Utley, che - commentando l'affidamento alla sua band della direzione artistica del festival "I'll be your mirror" - lamentò una certa "difficoltà nel fare musica": "Per noi fare musica è complicatissimo perché non siamo una band nel senso tradizionale. La nostra storia, e come siamo messi, sono molto strambi. Solitamente tendiamo a sparire per decine di mesi nel buio di uno studio. So che può sembrare una cosa molto cupa, ma fa parte del nostro modo di lavorare. E' un aspetto che fa parte della nostra musica, della nostra filosofia e del mondo che vogliamo creare attorno al gruppo".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.