Singoli: aiutano o no a vendere gli album? La Universal fa una prova sul campo

Molti rivenditori americani sostengono che la scomparsa dei singoli dagli scaffali dei negozi è una delle cause principali del declino delle vendite di album pop e rock negli Stati Uniti. Per molti anni, le case discografiche hanno pensato il contrario: e cioè che la possibilità di acquistare le canzoni preferite sotto forma di singoli finisse per scoraggiare l’acquisto dei supporti a lunga durata. Chi ha ragione? Il braccio commerciale della major Universal, Universal Music & Video Distribution, ha deciso di fare un test per verificare come stanno le cose: i responsabili vendite della major hanno selezionato tre mercati pilota, Boston, Detroit e Houston, in cui intendono commercializzare sotto forma di singoli a partire dal mese di agosto ogni canzone trasmessa regolarmente dalle radio; le stesse emittenti locali ubicate nelle aree interessate dal test dovrebbero collaborare nel rendere nota al pubblico la possibilità di acquistare nei negozi le canzoni preferite. Universal ha invitato le altre quattro major ad aderire all’esperimento: Sony Music ha già dato il suo assenso, mentre BMG ha fatto sapere che sta valutando l’ipotesi.
    Molti rivenditori americani sostengono che la scomparsa dei singoli dagli scaffali dei negozi è una delle cause principali del declino delle vendite di album pop e rock negli Stati Uniti. Per molti anni, le case discografiche hanno pensato il contrario: e cioè che la possibilità di acquistare le canzoni preferite sotto forma di singoli finisse per scoraggiare l’acquisto dei supporti a lunga durata. Chi ha ragione? Il braccio commerciale della major Universal, Universal Music & Video Distribution, ha deciso di fare un test per verificare come stanno le cose: i responsabili vendite della major hanno selezionato tre mercati pilota, Boston, Detroit e Houston, in cui intendono commercializzare sotto forma di singoli a partire dal mese di agosto ogni canzone trasmessa regolarmente dalle radio; le stesse emittenti locali ubicate nelle aree interessate dal test dovrebbero collaborare nel rendere nota al pubblico la possibilità di acquistare nei negozi le canzoni preferite. Universal ha invitato le altre quattro major ad aderire all’esperimento: Sony Music ha già dato il suo assenso, mentre BMG ha fatto sapere che sta valutando l’ipotesi.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.