Numero 1 su Amazon: debuttano i Gypsy Queens, busker 'romani'

Numero 1 su Amazon: debuttano i Gypsy Queens, busker 'romani'

Busker di tutto il mondo unitevi: porta bene, visto l'interesse che stanno suscitando i Gypsy Queens, formazione cosmopolita che ha da poco pubblicato l'album di debutto. Da non confondere con la canzone "Gypsy Queen" di Van Morrison o, peggio, i Gypsy Kings, i Gyspsy Queens si sono consociuti a Nizza undici anni fa e hanno da poco firmato per la London Records di Universal Music. Il loro omonimo album d'esordio ha debuttato al numero 46 delle clssifiche britanniche, mercato sul quale puntano molto; non un posizionamento da strapparsi i capelli, ma un punto dal quale costruire per salire. Posizionamento peraltro controbilanciato dal numero uno delle classifiche Amazon Hot New Releases e da un altro numero uno, quello della iTunes World Chart. Il cantante, Didier Casnati, nato in Italia (gli altri: Manuel Polin batterista messicano, Anders Klunderud chitarrista norvegese, Jason King bassista britannico, Jay Metcalf sassofonista statunitense), intervistato da Daniel Falconer ha parlato di come si sia formato il gruppo. Che, in un certo senso, a Roma deve il nome. "Abbiamo iniziato undici anni fa come un insieme di busker che si sono uniti", ha detto. "Si suonava ogni mattina, ogni giorno, ogni sera, iniziammo a farci conoscere, veniva sempre più gente, ecco come è iniziata. Lemntamente e gradualmente siamo diventati più professionali. Un po' alla volta ci siamo spostati a fare i ristoranti, qualche festa privata, cose così. Il nome è nato da una volta che eravamo a Roma e stavamo facendo busking per un ristorante molto importante. Il ristorante è di proprietà di un personaggio molto noto della vita notturna gay di Roma. Lui era sempre lì e ci offriva la cena dopo la nostra esibizione. Un gioorno ci fa: 'Mi ricordate i Gypsy Kings, ma questo è un posto gay, quindi vi chiamerò i Gypsy Queens'. Noi non diciamo niente perché ci stava dando da mangiare, e poi quelle mance di undici anni fa non erano mica male. E quindi abbiamo pensato: ci vuole chiamare Gypsy Queens? Va bene, facciamoci chiamare così".











Da notare che sull'album le canzoni ispirate all'Italia siano tre: "L'americano", "L'italiano" e "Volare"

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.