Guerra delle royalty: per Michelle Shocked 'gli artisti sono miserabili schiavi'

Guerra delle royalty: per Michelle Shocked 'gli artisti sono miserabili schiavi'

Il Copyright Office statunitense invita autori e compositori a fornire suggerimenti per il cambiamento delle regole che disciplinano le licenze di pubblicazione delle loro opere, ora che le cosiddette royalty fonomeccaniche generate dalla vendita di musica registrata non vengono più versate dalle sole case discografiche produttrici di Lp e Cd ma anche da soggetti terzi e servizi di distribuzione digitali, con la conseguenza che il mercato è diventato ancora meno trasparente di prima (meno informazioni a disposizione e impossibilità di verificare l'effettivo venduto tramite un audit).

Tra i primi a rispondere all'appello c'è Karen Michelle Johnston, in arte Michelle Shocked, in lotta con l'industria discografica dai tempi in cui fece causa alla PolyGram sostenendo che le clausole contrattuali che aveva dovuto firmare negli anni Ottanta contravvenivano la norma costituzionale statunitense che aboliva lo schiavitù. "Artists make lousy slaves", titolo di un suo Cd venduto ai concerti e tramite il sito, è anche il "claim" di questa sua nuova campagna: "Come gli agricoltori in Colombia", scrive la Shocked, "assistiamo a una manipolazione e a una svalutazione del prezzo dei nostri 'fagioli' sul mercato delle materie prime, e ci rendiamo conto che la conseguenza è di non essere in grado di procurarci un salario sufficiente a garantirci da vivere. Beck ha pubblicato il suo nuovo album sotto forma di spartiti, io boicotterò questo sistema di sfruttamento e la mia opera sarà disponibile solo attraverso canali underground", scrive l'artista texana prima di lanciarsi in una filippica contro un sistema diseducativo che a suo modo di vedere utilizza la musica "soft porn" come mezzo di corruzione delle nuove generazioni.

La Shocked si è allontanta da tempo dal music business tradizionale: lanciata da un disco dal vivo uscito a sua insaputa nel 1987, "The Texas campfire tapes", ha riscosso i maggiori successi con i tre album successivi pubblicati da Mercury/PolyGram, "Short sharped Schocked", "Captain Swing" e "Arkansas traveler", prima di passare all'autoproduzione. Il suo ultimo album, "Soul of my soul", risale al 2009.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.