NEWS   |   Industria / 09/07/2002

Sanremo: domani l'incontro tra Baudo e Rai, a breve la risposta ai discografici

Sanremo: domani l'incontro tra Baudo e Rai, a breve la risposta ai discografici
Sarà anche scesa la pace (o l'armistizio) tra discografia e Comune di Sanremo (vedi news), ma di quel che sarà del festival 2003 sembra che ognuno continui ad avere una sua idea in testa a dispetto di quello che ne pensano gli altri. Segno, quantomeno, che le parti in causa continuano a capirsi poco e a parlare lingue diverse.
Le dichiarazioni di Antonio Bissolotti riportate oggi (martedì 9 luglio) dal Corriere della Sera e da alcuni altri quotidiani, per esempio, stridono con quanto i delegati FIMI avevano raccontato a Rockol ieri pomeriggio: secondo l'ineffabile assessore allo spettacolo i giochi si sarebbero già chiusi, dopo che gli amministratori della cittadina ligure avrebbero “autorizzato” la Rai a pescare dai fondi previsti dalla convenzione 500 mila euro da erogare sotto forma di contributo (straordinario, precisa Bissolotti) a copertura delle spese che le aziende discografiche prevedono di dover sostenere per partecipare al festival dell'anno prossimo; in cambio, il Comune chiede garanzie su una partecipazione artistica più qualificata alla prossima edizione. Tutto risolto, dunque? Sembra proprio di no. Abbiamo voluto verificare con Piero La Falce, vicepresidente FIMI, se la posizione dell'associazione fosse cambiata nelle ultime ore: “Niente affatto”, ci ha risposto, confermando i concetti espressi ieri; “prima di dare il nostro assenso aspettiamo di sapere se la Rai coprirà la differenza tra la somma da noi richiesta e quella che il Comune si è dichiarato disposto a versare: stiamo ancora aspettando, e il tempo stringe”.
Pippo Baudo, direttore artistico della manifestazione, resta convinto di farcela: “Abbiamo una riunione già fissata per domani (mercoledì 10 luglio) con i funzionari di RaiUno. Credo non ci saranno problemi nel rispettare i tempi e le modalità previste: entro fine settimana, forse già domani, tutto dovrebbe essere risolto”.