Sanremo: discografici e Comune fanno pace aspettando l' 'aiutino' della Rai

C'è di nuovo luce, in fondo al tunnel di Sanremo.
Dopo l'attesa riunione di lavoro che questa mattina, 8 luglio, ha messo intorno al tavolo amministratori comunali, delegazioni FIMI ed AFI, Pippo Baudo e funzionari Rai, l'avallo della discografia al festival 2003 sembra essere stato recuperato in extremis: il consiglio comunale della città dei fiori avrebbe accettato la condicio sine qua non imposta dall'industria (copertura globale delle spese sostenute per portare gli artisti a Sanremo, 750 mila euro secondo i calcoli della FIMI), ma i dettagli relativi alla ripartizione della somma tra Rai e Comune impongono di aspettare ancora qualche ora prima di poter formulare, da una parte e dall'altra, un sì definitivo al prosieguo della collaborazione.
Dimenticate in un batter di ciglio, dunque, le frecciate e i veleni scambiati a mezzo stampa nei giorni scorsi (vedi news)? “In effetti si era trattato più che altro di incomprensioni”, minimizza il vicepresidente FIMI Piero La Falce appena uscito dal colloquio, che si è protratto per circa un'ora e mezza. “Se la questione si risolverà come a questo punto crediamo essere possibile, saremo pronti ad un nuovo incontro in tempi brevi per discutere del regolamento e sviluppare insieme un progetto in grado di assicurare al festival artisti di prestigio”. “Resta il fatto”, aggiunge La Falce, “che dal direttivo FIMI abbiamo ricevuto un mandato non negoziabile: copertura totale dei costi, o niente festival”. Mario Limongelli, rappresentante in FIMI della piccola e media industria nazionale, è altrettanto ottimista. “Abbiamo apprezzato gli sforzi del Comune. E ora siamo fiduciosi che anche la Rai farà la sua parte”.
In altre parole: con la mediazione di Baudo, si tratta di far intervenire la TV di stato per colmare la “fetta” di contributi non coperta dagli stanziamenti del Comune (500 mila euro). E la risposta definitiva dovrebbe arrivare entro 24 ore, un paio di giorni al massimo.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.