Regno Unito, il 60 per cento dei musicisti lavora gratis

Regno Unito, il 60 per cento dei musicisti lavora gratis

Il Regno Unito non è diverso dal resto del mondo, quanto alle difficili condizioni in cui versa la maggior parte dei musicisti (dilettanti e professionisti). Una nuova ricerca commissionata dalla Musicians' Union, associazione nazionale di categoria, spiega infatti che nell'ultimo anno il 60 per cento di coloro che suonano uno strumento e si esibiscono in pubblico lo ha fatto  a titolo gratuito, mentre tra i musicisti di professione più della metà ha percepito meno di 20 mila sterline (24.600 euro) in tutto.

Una statistica "infausta per il futuro della musica nel Paese", secondo il segretario generale della Musicians' Union John Smith, il quale ricorda che "moltissimi membri dell'organizzazione sono proprietari di piccole e medie imprese che lottano contro un'ondata di tagli alle arti e una riduzione delle entrate dovute alla pirateria". "Piccoli ma significativi investimenti da parte del governo", sostiene Smith, "potrebbero fare una enorme differenza per chi lotta per sopravvivere. Quel che è interessante è che tra i musicisti sondati dalla ricerca e che incassano royalty (come autori o interpreti), più della metà ha spiegato che esse hanno rappresentato per loro una importante fonte aggiuntiva di entrate. Ciò sconfessa definitivamente la tesi secondo cui i normali musicisti non traggono benefici dalla tutela dei copyright".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.