Usa e UK: nel 2012 più assunti che licenziati negli uffici A&R

Usa e UK: nel 2012 più assunti che licenziati negli uffici A&R

Le dichiarazioni e i dati forniti dall'industria discografica a proposito della ripresa degli investimenti in A&R (e in particolare delle risorse spese nella ricerca e sviluppo di nuovi artisti) trovano complementare conferma in una tabella compilata da Music Registry e pubblicata dal sito Digital Music News, che mostra per l'anno che sta finendo un saldo positivo tra assunzioni e licenziamenti negli uffici artistici delle etichette. I dati si riferiscono alle sole case discografiche, grandi e piccole, che hanno sede in Nord America e nel Regno Unito ma sono comunque significativi: per la prima volta dal 2009 le etichette hanno assunto più funzionari A&R (55) di quanti ne abbiano licenziati (27), e il saldo positivo, 28, risulta essere il migliore degli ultimi cinque anni.

Il maggior numero di assunzioni nel quinquennio rimane quello del 2008 (80), ma a fronte di 64 licenziamenti (saldo + 14), mentre nel 2010 e nel 2011 il differenziale tra assunti e licenziati era stato di segno negativo: - 17 e - 7 unità rispettivamente.

Il rapporto "Investing in Music" pubblicato di recente dalla International Federation of the Phonographic Industry (IFPI) informa che nel corso del 2011 l'industria discografica ha investito in A&R il 16 per cento del suo fatturato mondiale, una quota di risorse superiore a quella destinata alla ricerca e sviluppo da settori industriali come farmaceutica e biotecnologie (15,3 per cento), software e computeristica (9,6 per cento), hardware e attrezzature tecnologiche (7,8 per cento).

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.