I gusti musicali degli americani: rock stabile, rap in crescita

I gusti musicali degli americani: rock stabile, rap in crescita
I consumatori di musica americani esprimono il loro verdetto: pollice alzato per il rap, preferenze stabili per il rock, popolarità in netto declino per il jazz e la musica classica.
E’ questo il quadro che emerge dall’ultima indagine a campione condotta dall’istituto specializzato Chilton Research Services per conto dell’associazione dei discografici statunitensi: il 10,1 per cento dei 3.051 consumatori di musica intervistati dai ricercatori, infatti, hanno dichiarato di acquistare dischi di rap (erano l’8,9 per cento l’anno precedente), mentre è rimasta più o meno costante la percentuale espressa a favore della musica rock (che resta comunque di gran lunga il genere più popolare, con il 32,5 per cento delle preferenze). In declino, oltre al jazz (2,8 per cento) e alla classica (2,8 per cento), sono anche il country (passato dal 14,7 al 14,4 per cento delle preferenze) e soprattutto l’r&b, le cui preferenze sono scese di quasi un punto percentuale, all’11,2 per cento.
Ma non è questa l’unica novità della ricerca, che ha messo in evidenza anche importanti mutamenti sociodemografici nell’universo dei consumatori di musica. Trasformazioni che contraddiccono gli stereotipi maschilisti e giovanilisti in auge nell’industria musicale: nel ‘97, infatti , la percentuale di acquirenti di dischi di sesso femminile ha superato per la prima volta quella dei consumatori maschi, crescendo al 51,4 per cento. Un cambiamento che alcuni osservatori attribuiscono alla migliore distribuzione dei prodotti musicali in punti vendita alternativi frequentati dal pubblico di sesso femminile, come i centri commerciali e le librerie; ma secondo altri sarebbe stata la tipologia particolare dei best seller dell’anno (Celine Dion, la colonna sonora di “Titanic”, Spice Girls, Aqua) a determinare la prevalenza del pubblico femminile.
Ma non è tutto. Il ‘97 ha confermato anche una rinascita di interessa da parte dei consumatori adulti: il pubblico di età superiore ai 45 anni, secondo i ricercatori, ha mantenuto o recuperato le proprie antiche abitudini d’acquisto, tanto da rappresentare oggi ben il 16,5 per cento degli acquirenti americani di musica. Contemporaneamente, sono in declino gli acquisti dei consumatori più giovani (dai 15 ai 34 anni), sempre più attratti da forme alternative di intrattenimento come i videogiochi e Internet.
Attraverso la rete e i servizi on-line, i consumatori americani hanno effettuato lo 0,3 per cento dei loro acquisti musicali nel ‘97. Nel frattempo sono diminuite drasticamente le vendite di dischi attraverso i club (scese all’11,7 per cento), mentre il 51,8 per cento degli acquirenti ha preferito rivolgersi ai negozi di dischi specializzati, che proprio nel ‘97 hanno ricominciato a tirare un sospiro di sollievo dopo alcune stagioni particolarmente critiche.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
25 lug
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.