Taylor Swift definita 'la Yoko Ono degli One Direction'

Taylor Swift definita 'la Yoko Ono degli One Direction'

Yoko Ono, una brava artista che da 42 anni si sorbisce l'infamante accusa d'aver contribuito grandemente a far sciogliere i Beatles. Accusa peraltro dissipata del tutto recentemente, quando Paul McCartney ha provveduto a fare piazza pulita (e non era la prima volta) dell'equivoco. "Di certo non è stata lei a sciogliere il gruppo, perché il gruppo di stava già sciogliendo", ha riferito Macca. "Quando Yoko arrivò, parte del suo fascino stava nel suo lato avant-garde, nel suo modo di vedere le cose. Lei mostrò a John un altro modo di essere, che a lui piaceva molto. Ma che il tempo di John nei Beatles fosse arrivato al capolinea era chiaro: anche se non ci fosse stata Yoko, lui - prima o poi - in un modo o nell'altro se ne sarebbe andato comunque". C'è però poco da fare. Dai meno informati, dai giornalisti generalisti, dai lettori superficiali, dai fan più esagitati, Yoko Ono sarà sempre dipinta come "quella che ha fatto sciogliere i Beatles". Singolare come ora la stessa brutta nomea stiano cercando di applicarla a Taylor Swift. Un po' per riempire la pagina, un po' perché delle smentite già sanno che farne, un tabloid londinese pubblica una edificante storiella in cui la solita fonte anonima afferma: '"Non siamo tanto lontani dalla situazione di Yoko Ono". E questo solo perché Harry Styles, uno dei membri degli One Direction, ha preferito tornare in Gran Bretagna sul jet privato di Taylor, con la quale sarebbe in ballo una storia, invece che sull'aereo del resto del gruppo. E si tenta di far scattare le invidie interne: "C'era




Contenuto non disponibile







 un sacco di spazio nel jet di lusso di Taylor, ma a lui non è passato neanche per la mente di invitare gli altri".
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.