Reunion Velvet Revolver, parla Slash: 'Weiland licenziato dagli STP'

Reunion Velvet Revolver, parla Slash: 'Weiland licenziato dagli STP'

Dopo l'estemporanea reunion dello scorso 12 gennaio, le voci su una possibile ripresa delle attività da parte dei Velvet Revolver si sono rincorse con cadenza piuttosto regolare: se, da una parte, ci sono i dubbiosi (il batterista Matt Sorum, secondo il quale l'esperienza con il gruppo che raccolse il Guns N' Roses dopo la traumatica separazione del frontman Axl Rose potrebbe essere già finita) e dall'altra i moderatamente entusiasti (Duff McKagan, che in più occasioni ha auspicato la rimessa in moto della macchina), a tenere banco presso i media di tutto il mondo sono state le posizioni dei due elementi più in vista dell'ensemble, il chitarrista Slash e l'ex frontman Scott Weiland, che nel 2008 rassegnò le dimissioni per tornare in seno ai suoi Stone Temple Pilots.

Se il primo, evidentemente appagato dalla sua attività solista con Myles Kennedy e i Conspirators, è sempre stato piuttosto categorico circa l'immediato futuro della formazione ("Una reunion? E' fuori discussione", chiarì Slash lo scorso maggio, "So che ci sono voci al proposito, e so che lui (Weiland, ndr) sull'argomento è possibilista, ma io non ho nessuna intenzione di tornare indietro"), Weiland, anche recentemente, è tornato sull'argomento, dando il suo reingresso nel gruppo quasi per certo e individuando in formalità legali ("Ci sono altre cose che si sono messe in mezzo, nel frattempo, tutte cose che con noi o con la nostra musica non hanno niente a che fare. Roba di manager e agenti, cose così", assicurò il frontman alla fine dello scorso novembre) gli unici inconvenienti in grado di ritardare l'ufficializzazione della reunion.

Contenuto non disponibile


Slash, che dall'ultima esternazione di Weiland non si era più espresso, ha chiarito il suo punto di vista nel corso di un'intervista alla stazione radiofonica statunitense 93X. Secondo il chitarrista, il motivo dell'insistenza del cantante sarebbe molto semplice: licenziato per intemperanze dagli Stone Temple Pilots (coi quali, in effetti, fu costretto ad annullare l'ultima parte del tour del 2011 per infiammazione alle corde vocali e quella del 2010 per disintossicarsi da alcol e stupefacenti), il frontman starebbe cercando di bussare alla porta del suo ex gruppo per non rimanere disoccupato.

"E' stato licenziato dagli Stone Temple Pilots", ha dichiarato Slash: "Le sue dichiarazioni mi colgono sempre di sorpresa: di solito succede che ne venga a conoscenza mezzo stampa mentre sono all'estero a suonare. Allora inizio a chiedermi perché dica certe cose, e questa è la risposta che mi sono dato".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.