NEWS   |   Pop/Rock / 28/06/2002

Entwistle, il libro sugli Who che non avrà la parola 'fine'

Entwistle, il libro sugli Who che non avrà la parola 'fine'
John Entwistle, scomparso lo scorso giovedì a Las Vegas a poche ore dal nuovo tour statunitense degli Who, stava lavorando ad un romanzo. Il libro, per il quale “The ox” (era detto “il bue” per via del suo potente fisico) aveva però scritto soli otto capitoli, prendeva spunto, sebbene in modo trasversale, dalle vicende accadute nel corso dell'ultratrentennale storia degli stessi Who. “Praticamente è un romanzo”, aveva dichiarato pochi giorni fa, prima di partire per gli States. “Ci sono parole che abbiamo detto e roba simile…praticamente sono le cose buffe che sono successe, quelle che saranno sul libro”. Il bassista, morto a 57 anni, aveva anche confessato di non essere l'autore più prolifico al mondo: gli otto capitoli li aveva scritti in dodici anni. Ed aveva concluso, scherzando, con quella che ora suona come una macabra profezia: “Considerando la mia velocità, la fine del libro me la scolpiranno sulla lapide”.
Scheda artista Tour&Concerti
Testi