Calano le vendite di RealNetworks: colpa delle aziende, non del pubblico

E' in ripresa la domanda dei consumatori di Internet, ma non quella delle aziende e degli utenti “professionali” del Web e del multimedia. Queste le linee generali di tendenza del mercato on-line, che non risparmiano neppure la società di Rob Glaser, leader mondiale nello sviluppo di software per la riproduzione in rete di contenuti audio e video, musica e film. Lo ha confermato agli investitori lo stesso timoniere della casa di Seattle, che ha ha annunciato di aspettarsi un fatturato in calo - tra i 42,5 e i 45 milioni di dollari, 42,85 e 45,37 milioni di € - nel secondo trimestre di quest'anno (e le sue parole hanno già provocato una ulteriore caduta del titolo RealNetworks in Borsa).

Glaser ha spiegato all'agenzia Reuters che a metterlo in difficoltà è l'atteggiamento prudente e “conservatore” delle aziende di telecomunicazione e di coloro che comprano la sua tecnologia per distribuire musica e immagini al pubblico in “streaming”, mentre gli utenti finali di prodotti come il RealPlayer e il RealOne continuano a crescere e gli abbonamenti ai servizi a pagamento salgono dai 600 mila di aprile ai 700 mila di giugno. Analisi, la sua, condivisa da alcuni esperti finanziari, che giudicano salutare e promettente il mercato “consumer” cui la società si rivolge e in cui, secondo studi recenti, i prodotti RealNetworks detengono la quota maggiore (16,23 %) contro il 14,41 % di Microsof (titolare del software Windows Media Player) e il 7,49 % che la Apple ha conquistato grazie al QuickTime Player. Bill Gates, tuttavia, continua a soffiare sul collo del concittadino Glaser e altri esperti del settore sostengono che RealNetworks dovrà darsi da fare per tenerne a bada la concorrenza, differenziando gli sbocchi oltre il mercato pc e cercando di vendere i suoi “pacchetti” per lo streaming audio e video anche ai possessori di telefoni cellulari e computer palmari.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.