Altri soldi da Bertelsmann a Napster; ma intanto il giudice rinvia la vendita

Sì all'ennesima apertura dei cordoni della borsa da parte di Bertelsmann/BMG (in procinto di diventare il proprietario di Napster), no (per il momento) alla vendita all'incanto dei beni patrimoniali della società. I giudici fallimentari dello stato del Delaware, chiamati in causa dalla dichiarazione di bancarotta inoltrata dalla Web company di Shawn Fanning (vedi news), hanno dato ascolto alle preoccupazioni espresse dalle major discografiche rivali, convinte che il passaggio di proprietà a BMG possa mettere a rischio il processo che vede Napster imputata per violazione dei diritti d'autore (vedi news). E hanno deciso di conseguenza di far slittare a fine agosto i tempi per la messa all'asta delle sue proprietà, proprio per dar modo ad eventuali oppositori di presentare per tempo (entro il 21 dello stesso mese) eventuali obiezioni al completamento dell'operazione.
La nuova linea di credito erogata dalla società tedesca, 5,13 milioni di dollari (5,30 milioni di €) dovrà servire per la maggior parte (4 milioni di dollari) a finanziare la ripresa del business di Napster e per la quota restante (1,3 milioni di dollari) a sostenere un programma di salvataggio degli organici. In seguito a questa ulteriore iniezione di denaro, il valore dell'operazione Napster-BMG sale a oltre 105 milioni di dollari: la major musicale e la sua capogruppo Bertelsmann avevano già disposto il pagamento in contanti di 9 milioni di dollari accettando anche l'estinzione dei loro crediti nei confronti della società on-line, che ammontavano a 91 milioni di dollari.
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Claudio Buja (presidente Universal Music Publishing)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.