NEWS   |   Cinema / 25/06/2002

Anche italiani nelle migliori colonne sonore d'ogni tempo (per 'Mojo')

Anche italiani nelle migliori colonne sonore d'ogni tempo (per 'Mojo')
Il numero di giugno del mensile britannico "Mojo" riporta l'elenco delle "cento colonne sonore più cool d'ogni tempo". Tra un "Easy rider", dei Beatles ("Help!") ed un Ry Cooder ("Paris, Texas") è confortante notare che la rivista non ha tralasciato degli artisti italiani. Il plurale è d'obbligo perché "Mojo" ha puntato le sue carte su due entità musicali, ma di fatto la scelta è quasi a senso unico. Infatti, dopo aver citato i Goblin per "Suspiria" di Dario Argento (1977), è solo, come del resto prevedibile, Ennio Morricone. Quattro i suoi soundtrack che compaiono in lista, e dunque da solo il compositore italiano si aggiudica ben il 4% dell'elenco. Le sue colonne sonore premiate da "Mojo" sono "Vergogna schifosi" del 1969 (definita "una delle più rare di Morricone"), "C'era una volta il West" del 1968, "Quattro mosche di velluto grigio" del 1971 e "C'era una volta in America" del 1985.
Scheda artista Tour&Concerti
Testi