Anche italiani nelle migliori colonne sonore d'ogni tempo (per 'Mojo')

Anche italiani nelle migliori colonne sonore d'ogni tempo (per 'Mojo')
Il numero di giugno del mensile britannico "Mojo" riporta l'elenco delle "cento colonne sonore più cool d'ogni tempo". Tra un "Easy rider", dei Beatles ("Help!") ed un Ry Cooder ("Paris, Texas") è confortante notare che la rivista non ha tralasciato degli artisti italiani. Il plurale è d'obbligo perché "Mojo" ha puntato le sue carte su due entità musicali, ma di fatto la scelta è quasi a senso unico. Infatti, dopo aver citato i Goblin per "Suspiria" di Dario Argento (1977), è solo, come del resto prevedibile, Ennio Morricone. Quattro i suoi soundtrack che compaiono in lista, e dunque da solo il compositore italiano si aggiudica ben il 4% dell'elenco. Le sue colonne sonore premiate da "Mojo" sono "Vergogna schifosi" del 1969 (definita "una delle più rare di Morricone"), "C'era una volta il West" del 1968, "Quattro mosche di velluto grigio" del 1971 e "C'era una volta in America" del 1985.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.