NEWS   |   Italia / 03/12/2012

Sanremo 2013: chi sono i giovani (e che canzoni porteranno) in gara al Festival

Sanremo 2013: chi sono i giovani (e che canzoni porteranno) in gara al Festival

Sono stati resi noti oggi i nomi degli artisti selezionati per la categoria Giovani del prossimo Festival di Sanremo: a raccogliere i favori della commissione presieduta da Mauro Pagani e composta da Sandra Bemporad, Andrea Guerra, Massimo Martelli e Stefano Senardi sono stati Andrea Nardinocchi (con il brano "Storia impossibile"), l'ex Aram Quartet Antonio Maggio (con il brano "Mi servirebbe sapere"), i Blastema (con il brano "Dietro l'intima ragione"), Il Cile (con il brano "Le parole non servono più"), Ilaria Porceddu (con il brano "In equilibrio") e Paolo Simoni (con il brano "Le parole").

Bolognese, classe 1986, Andrea Nardinocchi - ex campione di freestyle basket poi folgorato dall'elettronica - ha esordito nel 2012 con il singolo "Un posto per me": definito "cantautore 2.0" - e già ospite di Rockol per un live in redazione visionabile a questo indirizzo - l'artista è attualmente sotto contratto con la EMI.

Sentito solo pochi giorni fa da Rockol (al quale aveva affidato le sue speranze per questa opportunità, dichiarando di essere pronto a ritardare la pubblicazione del suo album di debutta da solista se selezionato per l'Ariston) Antonio Maggio vinse, insieme agli Aram Quartet, la prima edizione italiana di X Factor: una volta sciolta la band, il cantanta ha intrapreso la strada solista, accasandosi discograficamente presso l'etichetta indipendente Rusty Records.

Attivi dal 1997 e visti in apertura allo scorso concerto del Primo Maggio, i Blastema sono dal 2011 sotto l'ala discografica di Dori Ghezzi, che li ha inseriti nel roster dell'etichetta fondata da Fabrizio De André (oggi condotta, oltre che dalla stessa Ghezzi, da Luvi, figlia del cantautore): il secondo album del gruppo, intitolato "Lo stato in cui sono stato", ha raggiunto il mercato lo scorso 16 ottobre.

Lorenzo Cilembrini, aretino, trent'anni, in arte Il Cile, ha dato alle stampe per Universal lo scorso 28 agosto il suo album di debutto "Siamo morti a vent'anni", anticipato dai singoli "Cemento armato" (prodotto da Fabrizio Barbacci, in passato già alla corte dei concittadini Negrita, di Ligabue, di Gianna Nannini e altri) al quale seguì "Il mio incantesimo". La scorsa estate ha partecipato - come unico italiano in cartellone - all'edizione 2012 dell'Heinkenen Jammin' Festival.

Eliminata in semifinale, nel 2008, alla prima edizione italiana di X Factor, Ilaria Porceddu - dopo la pubblicazione di "Suono naturale", immediatamente dopo la sua partecipazione al talent show, è stata inserita nel cast di musical come "Il pianeta proibito" e "Alice": rimasta sotto contratto con la Sony (che ha dato alle stampe il singolo "Stella che cadi" nel 2009), la cantante tentò la via dell'Ariston come "giovane" lo scorso anno con "Libera".

Dopo il debutto (pubblicato da Warner) nel 2007 con "Mala tempora", e dopo essere arrivato in finale al Club Tenco, Paolo Simoni (vecchia conoscenza di Pagani, con il quale collaborò per la presentazione del libro "Foto di gruppo con chitarrista") si è esibito dal vivo con Massimo Ranieri, Giorgio Conte e Luciano Ligabue, per il quale ha aperto i concerti del tour 2010 a San Siro, a Milano, e all'Olimpico di Roma. Il manager del rocker di Correggio, Claudio Maioli, lo convincerà ad accasarsi presso la Sony, dove è attualmente sotto contratto: il suo ultimo album, "Ci voglio ridere sù", è stato pubblicato quest'anno.