I Led Zeppelin da David Letterman il 3 dicembre

I Led Zeppelin da David Letterman il 3 dicembre

I Led Zeppelin, che dopo il grande concerto londinese del dicembre 2007 non hanno più suonato assieme, saranno ospiti del popolare programma statunitense di David Letterman il prossimo 3 dicembre. La notizia sta ovviamente già facendo fioccare ogni genere di ipotesi, da quella che tutti vorrebbero sentire annunciare, ovvero la reunion, a quella che al momento rimane la più probabile, ed ovvero della semplice pubblicità all'album "Celebration day". Il disco, come noto, propone la registrazione proprio dello show alla 02 Arena di Londra. Tuttavia la domanda sorge spontanea: come mai adesso e non prima? Come mai la band ha deciso di supportare l'album ora che è già uscito? Sarebbe stato decisamente più utile farlo un paio di settimane fa. "Celebration day" ha debuttato al numero 4 in Gran Bretagna e al 9 negli Stati Uniti. A meno che, passato il primo treno, i Led Zep non si accontentino dei rating televisivi visto che alcune emittenti TV devono ancora dedicare spazio al disco. Al momento non è noto se la band si esibirà o se si limiterà a chiacchierare con Letterman. Lo show, una edizione speciale, andrà in onda da Washington DC. Il "Late show with David Letterman" va in onda su CBS dall'agosto 1993. Il conduttore, 65 anni, è nato a Indianapolis e registra la trasmissione dall'Ed Sullivan Theater di Manhattan.




Contenuto non disponibile







Pochi giorni fa Jimmy Page ha rivelato alcuni importanti particolari relativi alla titanica opera di ripubblicazione che vedrà tornare sul mercato - ovviamente in edizione debitamente ampliata e aggiornata - il catalogo dei Led Zeppelin incluso tra l'omonimo album di debutto datato 1969 e "In through the out door" del '79, oltre che alla collezione di outtakes post-primo scioglimento "Coda" del 1982.
"L'ultima volta che abbiamo rimasterizzato il nostro catalogo è stato vent'anni fa (in occasione del cofanetto da 4 Cd 'Led Zeppelin', ndr)", ha dichiarato Page all'edizione USA di "Rolling Stone": "E' un sacco di tempo fa. Tutto è stato trasferito da analogico a formati digitali ad alta risoluzione. E' questo il problema con la nostra musica: in mp3 suona malissimo. Con questo formato proprio non si riesce a sentire come si dovrebbe". "Lo scopo non è quello di ammucchiare, oltre alle rimasterizzazioni originali, scarti di lavorazione tanto per fare numero: in scaletta inseriremo tracce molto importanti. Saranno presenti versioni e missaggi differenti", ha promesso Page, riferendosi in particolar modo alle session del quarto disco, tenutesi presso il maniero di Headley Grange, storico teatro delle registrazioni del gruppo: "Ad esempio, una versione alternativa di 'When the levee breaks' con le batterie microfonate più vicine, scartata in favore delle take - fantastiche - riprese nell'atrio dell'edificio. Sarà interessante per chi conosce gli originali contenuti negli album assistere a questo work in progress".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.