Psy, da 'Gangnam style' all'album internazionale

Psy, da 'Gangnam style' all'album internazionale

Certo, il singolo ha venduto e vende bene. Come no, "Gangnam style" è il video più visto in tutta la storia di YouTube. Sì, ma l'album? L'album di Psy per ora non c'è. O, meglio, Park Jae-sang, questo il vero nome del fenomeno sudcoreano, nella sua nazione di album ne ha già pubblicati una manciata. Ma quello destinato al mercato internazionale per ora non si vede. E' una mancanza alla quale il 34enne di Seul, invitato recentemente sul palco da Madonna e discusso da Barack Obama, vuole porre fine. Ecco così che l'entertainer ha riferito ad Associated Press che il disco destinato al mercato mondiale, dopo "PSY five" del 2010 indirizzato solamente all'Asia, arriverà nel corso del prossimo marzo. "Ho ancora un sacco di balli", ha detto, "anche se sono preoccupato per il prossimo video: e come faccio a far meglio di 'Gangnam style'? Come riuscirò ad avere più di 850 milioni di visualizzazioni?". Però, prima di gettarsi al lavoro, Psy avrebbe un altro desiderio. "Un personaggio che vorrei vedere ballare il mio 'Gangnam style'?'", ha detto. "Tom Cruise!". Il cantante, sentito a Bangkok per il concerto gratuito in onore del re Bhumibol Adulyadej, ha infine rivelato che il successo ultravirale lo ha completamente sorpreso. E ha candidamente rivelato: "E' incredibile, il video l'avevo fatto solamente per la Corea".




Contenuto non disponibile







Lo scorso 24 novembre il video di Psy ha superato gli 805 milioni di visualizzazioni su YouTube, diventando così il più visto di sempre e
sorpassando il precedente record appartenente a “Baby” di Justin Bieber (che viaggiava attorno agli 803 milioni di visualizzazioni),
il quale a sua volta l’aveva portato via a “Bad romance” di Lady Gaga.
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.