Vevo: 200 milioni di dollari all'industria musicale dal 2009 a oggi

Vevo: 200 milioni di dollari all'industria musicale dal 2009 a oggi

Tocca i 200 milioni di dollari la somma di denaro che la piattaforma di video musicali Vevo ha versato all'industria musicale dal 2009 (anno di fondazione) a oggi. Lo ha rivelato l'amministratore delegato della società nata da una partnership tra Universal Music, Sony Music e il fondo Abu Dhabi Company, Rio Caraeff, durante la Business Insider Ignition Conference di New York, precisando che le royalty versate quest'anno superano in valore quelle sommate dei due anni precedenti. Nessun'altra piattaforma video, sostiene Caraeff, genera altrettanti ricavi per il music business: "Il pubblico che ama la musica dovrebbe essere trattato e valutato allo stesso modo di quello che ama il Super Bowl, e i ricavi dovrebbero fluire nello stesso modo", ha detto l'ad di Vevo.

Dal 15 novembre scorso, come noto, la piattaforma è accessibile direttamente anche in Italia (oltre che in Francia e in Spagna), anche se da tempo una parte della sua programmazione di video ad alta definizione era raggiungibile attraverso YouTube, partner internazionale della società. Tra le case discografiche che forniscono contenuti in licenza a Vevo figura anche la EMI, ma non la Warner; per finanziare i suoi progetti di sviluppo internazionale la Web company, tramite la banca di investimenti Allen & Co., sta cercando di raccogliere investimenti da società di altissimo profilo come Facebook, Yahoo!, Amazon e Google.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.