Beatles, all'asta il demo del 'più grande errore della storia'

Beatles, all'asta il demo del 'più grande errore della storia'

Non è una esagerazione giornalistica definire il demo che i Beatles registrarono per l'etichetta Decca "il più grande errore nella storia della musica". I ragazzi di Liverpool cercarono di farsi assumere dalla label ad inizio 1962, ma Dick Rowe, A&R della Decca, non li volle e al loro posto assunse i Tremeloes. O, più esattamente, i Brian Poole & the Tremoloes. I quali ebbero qualche buona affermazione nella chart britannica a livello di singoli, ma nulla neanche lontanamente a che vedere col livello di successo planetario ottenuto dai Fab. I Beatles, come noto, poco dopo (maggio '62) firmarono per la EMI. Ora la registrazione di quel lontano provino va all'asta. Si tratta del master, contenente dieci cover, che sarà offerto il prossimo martedì a Londra da Fame Bureau. Il prezzo richiesto è di 30.000 sterline, 37.500 euro, ma l'acquisto non porterà all'acquisizione anche dei diritti. Il copyright delle voci è di esclusiva proprietà della Apple, ha spiegato al "Times" il managing director di Fame Bureau, Ted Owen. Il master, ha aggiunto Owen, è in condizioni eccellenti e la qualità è perfetta nonostante sia trascorso mezzo secolo. Il demo, registrato da Paul, John, George e Pete Best, fu realizzato presso gli studi Decca a West Hampstead, nella parte settentrionale della capitale britannica, ed è a nome Silver Beatles. Tra i brani spiccano "Money (That's what I want)",











"Take good care of my baby" e "Till there was you". Tuttavia il "New York Times", dopo aver ricordato che copie (copie bootleg, ovviamente) circolano da anni, insinua un dubbio che è più di una pulce nell'orecchio. Il NYT infatti scrive che, in una foto della confezione del master che è stata diffusa dalla casa d'aste, si nota un riferimento al Dolby. Ma il sistema di riduzione del rumore nel 1962 non era ancora stato inventato. Inoltre si vede il numero di matricola BSR-1111-A e B, il che suggerirebbe una possibile connessione ad una pubblicazione in vinile del 1982 che fu promossa da Pete Best. Come se non bastasse, il quotidiano riporta che la firma Silver Beatles non era utilizzata dai quattro nel periodo dei provini per la Decca.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.