'E la chiamano estate', la vedova Martino tenta di bloccare il film di Franchi

'E la chiamano estate', la vedova Martino tenta di bloccare il film di Franchi

Fiorelisa Calcagno Martino, vedova del maestro Bruno Martino, autore - tra gli altri - dei brani musicali "Estate", "E la chiamano estate", "Jessica", "Forse", "Sono stanco", "Sabato sera", "Che sarà di noi", "Prova a darmi un bacio", "Quando un giorno", "Cos'hai trovato in lui", "Baciami per domani" e "Ma tu chi sei", ha presentato ieri presso il Tribunale di Roma un ricorso cautelare d'urgenza volto a bloccare la distribuzione - e di conseguenza la proeizione - del film "E la chiamano estate" diretto da Paolo Franchi e interpretato da Isabella Ferrari, Jean-Marc Barr, Luca Argentero e Eva Riccobono.

La disposizione, presentata dall'avvocato della donna, il professor Pieremilio Sammarco, è motivata dal fatto che le scene più spinte della pellicola - recentemente presentata al Festival Internazionale del Film di Roma - e il tema scabroso della stessa, sincronizzate con le composizione dell'artista scomparso nel 2000 - lederebbero gravemente il patrimonio morale, culturale e artistico del Maestro Bruno Martino. Come riferisce l'agenzia AGI, la decisione del tribunale è attesa nei prossimi giorni.

Incentrato sulla sessualità tormentata e compulsiva di un uomo, Dino (interpretato da Barr), e sul difficile rapporto con la moglie (la Ferrari), il lungometraggio è stato premiato al festival capitolino nelle categorie "miglior regista" e "miglior attrice protagonista".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.