Spotify finalmente in Italia (in versione beta). Ma c'è un bug

Spotify finalmente in Italia (in versione beta). Ma c'è un bug

Spotify ha finalmente fatto il suo ingresso in Italia. Sebbene ancora in versione beta, tuttora in via di sviluppo e definizione, il servizio di streaming musicale è diventato accessibile anche agli utenti italiani grazie alla realizzazione di una nuova applicazione che permette di ascoltare musica "on demand" senza dover scaricare il programma o sottoscrivere un abbonamento.

Solo il mese scorso la società svedese stesse aveva annunciato di essere alla ricerca di un "Growth manager" di base a Milano, cui affidare la responsabilità del lancio del servizio e la gestione a lungo termine della piattaforma con obiettivo primario lo sviluppo della base utenti. Allo stesso modo anche la web app sarebbe dovuta comparire sul mercato digitale nel corso del 2013, invece è uscita ieri a sorpresa.
Grazie all'applicazione sarà possibile scegliere i brani e gli artisti solo autenticandosi con il proprio account Facebook, accedendo così ai più di 15.000.000 di brani disponibili nel catalogo della libreria musicale. Secondo quanto emerso in rete però, il sistema avrebbe anche un bug - che la società svedese ancora non avrebbe corretto - che permetterebbe a chiunque di scaricare i brani illegalmente e non solo di ascoltarli in streaming. 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.