UK, a sorpresa Will Young ('Pop idol') si dichiara marxista

In Gran Bretagna, nazione in cui tutto ciò che ha a che fare col comunismo viene ancora considerato una stranezza (tranne che dal piccolo partito comunista locale, ovviamente), sta facendo discutere la sorprendente dichiarazione di Will Young, il vincitore della competizione "Pop idol", il cui primo singolo ha venduto più di un milione di copie. Young, conversando col giornalista Jasper Gerard del "Sunday Times", ha confessato d'essere marxista. Il 23enne cantante, dichiaratosi gay (dopo l'exploit discografico), ha riferito d'essere marxista e simpatizzante anticapitalista. Young è però sembrato leggermente confuso. Preferisce recarsi a far shopping presso i piccoli negozi per non incoraggiare la grande distribuzione, però ogni tanto cede alla tentazione e fa un salto al supermarket per comprare i prodotti migliori. Cerca d'essere "popolare" per non dare l'impressione d'essere una pop star come tante, poi nei negozi chiede lo sconto. Ma la contraddizione principale del marxista, e dunque teoricamente antimonarchico Will è questa: il prossimo 3 giugno andrà a cantare per la regina Elisabetta a Buckingham Palace per il giubileo d'oro della sovrana britannica. Nessun dubbio. Anzi, il cantante si lamenta del fatto che i musicisti pop si siano rifiutati d'eseguire l'inno nazionale: "Invece dovremmo farlo", dice. "L'Inghilterra è fatta di tradizioni, con meravigliosi edifici antichi, e la monarchia dovrebbe appoggiare maggiormente la tradizione. Sono certo che l'inno lo canteremo". Alcuni anni fa, in Italia, andava di moda la definizione "radical-chic". In Gran Bretagna preferivano parlare di "champagne socialists". Forse Young potrebbe rientrare in entrambe le categorie.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.