Musi lunghi in Gran Bretagna, nonostante il mercato in crescita

Luci ed ombre, per il mercato discografico britannico di inizio stagione. Mentre i loro colleghi europei continuano ad annaspare (francesi esclusi), i discografici inglesi tirano un altro sospiro di sollievo guardando alle cifre dei primi tre mesi del 2002, pubblicate in questi giorni dalla associazione di categoria BPI (British Phonographic Industry): cresce ancora il fatturato (del 6,5 % rispetto al primo trimestre dello scorso anno, per un totale di 220,6 milioni di sterline), e crescono anche, in unità, le vendite di album (46,6 milioni di pezzi, il 2,9 % in più).
    Luci ed ombre, per il mercato discografico britannico di inizio stagione. Mentre i loro colleghi europei continuano ad annaspare (francesi esclusi), i discografici inglesi tirano un altro sospiro di sollievo guardando alle cifre dei primi tre mesi del 2002, pubblicate in questi giorni dalla associazione di categoria BPI (British Phonographic Industry): cresce ancora il fatturato (del 6,5 % rispetto al primo trimestre dello scorso anno, per un totale di 220,6 milioni di sterline), e crescono anche, in unità, le vendite di album (46,6 milioni di pezzi, il 2,9 % in più).

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.