Spotify, altri 100 milioni di $ di finanziamento (c'è anche Goldman Sachs)

Spotify, altri 100 milioni di $ di finanziamento (c'è anche Goldman Sachs)

Con una valutazione che oggi si aggira intorno ai 3 miliardi di dollari, Spotify si accinge a finalizzare un nuovo round di finanziamenti da 100 milioni di dollari, che la società intende impiegare per sostenere l'ulteriore espansione in Europa, Estremo Oriente e America latina (Giappone, Messico, Polonia e Italia, dove la Web company ha avviato la ricerca di "Growth manager", sembrano essere i primi obiettivi a partire dai primi mesi del 2013, anche se i portavoce non forniscono conferme ufficiali). Tra gli investitori, secondo indiscrezioni pubblicate dal Wall Street Journal e confermate da una fonte vicina all'azienda, figurerebbe la banca d'affari Goldman Sachs.

Lanciata sei anni fa in Svezia da Daniel Ek, e attiva al momento anche in Australia, Austria, Belgio, Danimarca, Isole Faroe, Finlandia, Francia, Germania, Norvegia, Nuova Zelanda, Olanda, Regno Unito, Spagna, Stati Uniti e Svizzera, Spotify vantava a fine luglio 2012 15 milioni di utenti attivi tra cui 4 milioni a pagamento (un milione negli Stati Uniti); a dispetto di una stima di fatturato che per il 2012 si aggira intorno ai 900 milioni di dollari, la società opera tuttora in perdita. Nel giugno del 2011 la start up aveva raccolto finanziamenti per altri 100 milioni di dollari da investitori come Kleiner Perkins Caufield & Byers e Accel Partners, ubicati nella Silicon Valley californiana, e dalla società russa DST Global.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.