NEWS   |   Italia / 07/11/2012

De André, tutti i tour in "I concerti" un cofanetto monumentale (e pregevole)

De André, tutti i tour in "I concerti" un cofanetto monumentale (e pregevole)

Anni fa, durante la scrittura del libro “De André in concerto”, pubblicato da Giunti, mi furono molto utili le registrazioni - cortesemente fornite da un collezionista - di moltissimi concerti dal vivo di Fabrizio De André. Non si trattava di bootleg, ma di registrazioni amatoriali, che gli appassionati e i cultori si passavano di mano in mano senza scopo di lucro, e che documentavano - spesso con qualità sonora assolutamente low fi - le otto tournée di cui il cantautore genovese fu protagonista fra il 1975 e il 1998.
Quel materiale è stato raccolto negli anni dalla Fondazione De André, che oggi, ampliandolo e completandolo con registrazioni “autorizzate” (direttamente dal mixer) e professionali, pubblica un poderoso cofanetto che in ben sedici Cd - due per ogni tournée - testimonia il percorso sul palcoscenico di Fabrizio De André durante la sua carriera, prendendo le mosse dal primo tour, aperto da uno “storico” concerto alla Bussola di Viareggio nel 1975.
Mi è capitato più volte di lamentare l’assenza, nella produzione discografica italiana, di box e cofanetti ben pensati e ben realizzati; “Fabrizio De André - i concerti” è una (graditissima) smentita al mio pessimismo. Dunque anche in Italia, quando vogliamo, siamo capaci di realizzare cose egregie: storicamente documentate, ampiamente corredate di informazioni e iconografia (qui addirittura un libro di quasi 200 pagine), e - stupore ancora maggiore - proposte al pubblico a un prezzo più che ragionevole: 99,90 euro per la versione in Cd - ce ne sarà anche una in vinile, contenente otto album di cui alcuni doppi e uno triplo, della quale il prezzo non è ancora noto.
L’opera è stata presentata oggi alla stampa da Dori Ghezzi. “Già quando uscì, nel 1999, il box ‘Opere complete’ avevamo in mente di realizzare qualcosa di analogo anche sui live, poi il progetto è stato via via superato da altre iniziative, e ci abbiamo rimesso mano nella tarda primavera di quest’anno”.
La ripulitura delle registrazioni è stata affidata a Stefano Barzan e Giancarlo Pierozzi (il secondo dei quali è stato fonico di sala di De André fin dal 1984), che hanno messo in atto interventi tecnologici efficaci pur senza ricorrere a metodologie che snaturassero la freschezza del live. Secondo Dori Ghezzi, “il riascolto cronologico dei concerti di Fabrizio è anche la rilettura del suo tragitto personale e professionale, oltre che uno spaccato dell’evoluzione della storia sociale e politica del nostro Paese”. Significativa, in questo senso, l’inclusione - nel live con la PFM, unico già precedentemente edito e qui riproposto come già lo si conosceva - delle voci, delle urla e delle frasi pronunciate da De André durante la contestazione del pubblico avvenuta al Palasport di Roma nel gennaio 1979.
E’ parso di capire che prossimamente il cofanetto (Nuvole Production / Sony Music) sarà messo in vendita anche “spacchettato”, disco per disco, e probabilmente anche in allegato a qualche quotidiano o comunque in edicola.
A margine dell’incontro, Dori Ghezzi ha accennato al nuovo album di Cristiano De André, da lei prodotto, ed ha dichiarato che per Cristiano non ci sono progetti sanremesi, auspicando invece che il palco dell’Ariston possa accogliere i Blastema, la band di Forlì il cui secondo album, “Lo stato in cui sono stato”, è uscito mesi fa su etichetta Nuvole Production.
(fz)

Scheda artista Tour&Concerti
Testi
PROG ITALIANO
Scopri qui tutti i vinili!