Concerti a Londra, una petizione online per salvare la Union Chapel

Concerti a Londra, una petizione online per salvare la Union Chapel

Una delle più suggestive sale da concerto londinesi, la Union Chapel sita nel quartiere settentrionale di Islington, rischia di chiudere a causa dei progetti di sviluppo immobiliare recentemente deliberati dalla municipalità locale. Un messaggio postato sul sito della chiesa esprime preoccupazione per le implicazioni del piano urbanistico, che prevede la costruzione a ridosso del retro dell'edificio di un nuovo complesso edilizio a uso abitativo: il rischio è che le norme che regolano la tutela della quiete pubblica rendano impossibile, in futuro, organizzare eventi musicali nelle ore serali e notturne.

"Siamo certi che pianificando i dovuti accorgimenti, come la predisposizione di piazzole di carico e di un'adeguata insonorizzazione, la Union Chapel potrà continuare a operare in armonia con la comunità locale", prosegue il comunicato scritto dagli amministratori del fondo no profit Union Chapel Project, che per rendere consapevole e partecipe la collettività ha lanciato una petizione online. "Chiediamo ai pianificatori dell'amministrazione di Islington di correggere i loro piani, così da evitare il rischio di perdere la migliore music venue di Londra e un assett fondamentale per la comunità".

Completata nel 1877 su progetto di James Cubitt - a parte la Torre, di dodici anni successiva - e considerata un esempio eclatante di stile gotico Vittoriano (la cappella principale rientra nell'elenco degli edifici di massimo interesse storico e/o architettonico del Regno Unito), la Union Chapel è tuttora funzionante come chiesa e come centro di accoglienza per bisognosi e senza tetto. Dai primi anni Novanta la cappella principale a pianta ottagonale ospita concerti (vi si sono esibiti anche Giovanni Allevi e Vinicio Capossela), e recentemente è stata votata dai lettori di Time Out London miglior venue musicale di Londra.





 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.