La Procura di Roma indaga sul presidente della Siae

Il Pubblico Ministero Diana De Martino ha spedito un fascicolo alla Procura di Roma per accertare se il dottor Paolo Bideri sia stato truffato da suo fratello, il presidente della Siae Luciano Villevieille Bideri. Questi, oltre a ricoprire tale carica, è personalmente beneficiario dei diritti delle più importanti canzoni napoletane (“O’ sole mio”, “O’ surdato ‘nnamurato” e altri brani suonati chissà quante volte al giorno in ogni angolo d’Italia e del mondo), di proprietà di una società ereditata dalla madre. Luciano Bideri avrebbe manovrato per escludere il fratello Paolo, medico, dai proventi dei diritti d’autore, che per disposizione testamentaria incaricavano la Siae (presieduta oggi da Luciano) di dividerli tra i due fratelli.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.