Live@Rockol: Filippo Gatti presenta 'Il pilota e la cameriera', guarda il video

Live@Rockol: Filippo Gatti presenta 'Il pilota e la cameriera', guarda il video

Filippo Gatti, romano di nascita e oramai toscano di adozione, è un nome che in molti hanno già sentito, ma che forse non tutti riescono a collocare nella scena musicale.
Rockol ha avuto il piacere di ospitare in redazione il cantautore, già autore e leader degli Elettrojoyce - rock band italiana attiva negli anni Novanta - oggi alle prese con la promozione del suo secondo album da solista “Il pilota e la cameriera”.
Gatti ha eseguito in acustico due brani estratti dalla sua ultima fatica in studio e ha risposto ad alcune domande riguardo al suo stile musicale e al suo metodo di lavoro. Di seguito troverete i video del mini live a Rockol durante il quale Gatti ha presentato “Limbo” e “Non sei nessuno”.

Componente fondatore degli Elettrojoyce, Gatti ha pubblicato con la band tre album di cui due per la Sony BMG. Il suo primo album solista “Tutto sta per cambiare”, è stato pubblicato nel 2003 sempre per la Sony, e nel corso degli anni il cantante ha collezionato diverse collaborazioni degne di nota tra cui quelle con i 24 Grana, Bobo Rondelli e i conterranei Marina Rei e Riccardo Sinigallia: “Nel tempo ho accumulato molto materiale”, ha raccontato Gatti a Rockol, “Nel 2009 sarebbe dovuto uscire un disco che avevo fatto con Riccardo Sinigallia e altri ospiti e anche se l’accordo era significativo saltò tutto. Non ho ancora pubblicato quel materiale perché è una produzione di alta qualità e non volevo svendere il prodotto, erano troppo costose le lavorazioni per darle ad un etichetta piccola. Diciamo che ho materiale pronto per altri due album futuri. Quando sei sotto contratto a volte capita che qualcosa non va, senza cattiveria ma per via di meccanismi che ci sono e che esistono. Rimani bloccato per anni e non potevo permettermi che succedesse”.

Ascolta qui la versione live di “Limbo”:

Contenuto non disponibile



Ascolta qui la versione live di “Non sei nessuno”:

Contenuto non disponibile


Il nuovo album di Gatti contiene otto brani tra cui “Non sei nessuno” del quale è stato realizzato anche un videoclip, e “Lettera del cantautore al Presidente del Consiglio”: “Queste due canzoni in varie forme sono presenti nel mio repertorio da almeno tre anni, poi ho cominciato a scrivere a tappeto le canzoni nuove. C’è sempre un’ironia nelle cose che scrivo, nei dischi degli Elettrojoyce veniva fuori più il lato sarcastico, mi viene molto da Bob Dylan che quando faceva i primi dischi, quelli che poi hanno dato la forma alla canzone moderna, faceva brani che erano delle zampate che ti facevano male ma allo stesso tempo ti facevano ridere. Questo per me è un disco tributo al cantautorato classico, la maggior parte delle mie canzoni sono spesso più dense e viscerali, partono da cose che vivo e poi arrivano a una trasformazione che ha molti significati, e in questo caso è sia personale sia politico. Racconto del rapporto che si può avere con il proprio Paese che è impossibile amarlo ma è impossibile lasciarlo. Tendenzialmente sono più centrato sul testo, è quello che mi interessa che abbia un senso, mentre l’arrangiamento lo provo in diverse direzioni, una volta che ho il testo e la melodia scelgo poi come produrre la canzone, potrei fare anche più versioni di uno stesso brano grazie a questo meccanismo e diciamo che succede. Lo faccio molto dal vivo, è stato uno dei motivi per cui con gli Elettrojoyce poi non è andata: gli altri gruppi di allora proponevano concerti estremamente studiati ed estremamente precisi, io invece di scuola più cantautorale cambiavo molto e mi sono messo a spingere in maniera estrema verso la direzione opposta mettendo il testo al centro della produzione per cercare di colpire un pubblico che non avesse paura di sentire le parole”.

Gatti è supportato da musicisti fidati ed esperti che lo accompagnano sia in studio sia dal vivo: “Adesso ho un gruppo di musicisti che per me sono i migliori e mi seguono molto dal vivo sapendo anche improvvisare i mie cambi musicali. Con me ci sono Fabio Marchiori, pianista che suona anche con Bobo Rondelli, livornese, arrangiatore fantastico, Matteo D'Inca' chitarrista di Belluno che vive a Roma da un po’ di anni, laureato in Lingue Orientali, e Cristiano DeFabritiis che lavora nel mondo della ricerca e della sperimentazione ed è quello con cui lavoro da più tempo. E’ fondamentale che i musicisti che suonano con te dal vivo siano gli stessi che suonano su disco. Non dico sia facile, ma il mio metodo di lavoro è ormai chiaro: i dischi vanno fatti in poco tempo perché se scrivi canzoni solide i musicisti possono suonare quello che vogliono ma l’intenzione rimane sempre quella”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.