Martin Bandier (Sony/ATV): 'Con Apple presto un accordo per lo streaming'

Il lancio della chiacchierata Internet radio/servizio di streaming musicale progettato e sviluppato da Apple potrebbe essere questione di pochi mesi. E il fatto che l'annuncio, atteso in coincidenza con il lancio dell'iPhone 5, sia slittato a data da destinarsi avrebbe motivazioni precise ma contingenti: "Ci hanno detto che avevano bisogno di una risposta entro 48 ore, perché se il tutto non si fosse risolto in quei tempi avrebbero dovuto attendere qualche altro mese", ha spiegato in un'intervista esclusiva concessa a Music Week Martin Bandier, presidente e amministratore delegato di quella Sony/ATV che voci riprese dal New York Post indicano nel principale ostacolo alla chiusura dei necessari accordi con i titolari dei diritti sui repertori musicali.

"Ovviamente", ha spiegato Bandier, "non potevamo metterci tanta fretta nel prendere una decisione così importante, e d'altra parte loro non avevano pronti neppure i contratti con le case discografiche". A spingere Apple a una richiesta così tardiva sarebbe stata la scoperta in extremis che le licenze sul repertorio Sony/ATV non venivano più negoziate dalle società degli autori americane ma direttamente dall'azienda: "Invece di rivolgersi alla ASCAP o alla BMI, ora è con noi che devono trattare, e sono sicuro che riusciremo a elaborare una licenza appropriata. Non ne ho alcun dubbio", ha confermato Bandier, al momento pienamente concentrato nel delicato processo di incorporazione delle strutture e dello staff di EMI Music Publishing e nella messa in vendita di alcuni cataloghi, così come richiesto dalla Commissione Europea. A sovrintendere il procedimento di liquidazione è l'avvocato John Branca, co-esecutore testamentario di Michael Jackson (i cui eredi detengono il 50 % delle azioni Sony/ATV) e, secondo Bandier, i potenziali candidati sono una trentina. "Speriamo di siglare un contratto entro fine anno e di completare la vendita, presumibilmente, entro il primo trimestre 2013. Stimiamo il valore dell'operazione al di sopra dei 150-160 miliardi di sterline".

Dall'archivio di Rockol - I migliori album tributo del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.