PGR: 'La musica? Non è mai abbastanza scontata'

PGR: 'La musica? Non è mai abbastanza scontata'
"Ci fa piacere che la Universal abbia deciso di abbassare il prezzo dei cd in catalogo ma, a parer nostro, una soluzione del genere non basta per risanare la situazione nella quale si trova l'industria musicale italiana": questa l'opinione di Giovanni Lindo Ferretti e Gianni Maroccolo, cuore e anima dei PGR, ultima emanazione dello storico progetto CCCP/CSI, che Rockol ha incontrato oggi negli uffici milanesi della Universal.
"Il costo dei dischi andrebbe affrontato radicalmente, senza fare inutili distinzioni tra 'musica esordiente', 'novità' o 'di catalogo'", hanno spiegato i due musicisti, commentano la decisione della propria etichetta di lanciare una campagna di promozione del catalogo a prezzi ultra scontati (vedi news). "Le case discografiche dovrebbero imporre prezzi più bassi sulle produzioni in generale. La questione è infatti molto semplice: non possiamo continuare a reclamare lo status di 'bene culturale' per i dischi quando poi, economicamente, continuiamo a trattarli come un bene di lusso".
Gli stessi PGR hanno raccontato di essersi scontrati con la loro etichetta in occasione della pubblicazione del loro disco di debutto: "Avremmo voluto un booklet ricco ed artisticamente molto curato", ha spiegato Ferretti, "Ma la Universal ci ha detto che, con un progetto grafico di tale foggia, avremmo innalzato il costo al consumatore del prodotto di 5 €: così abbiamo preferito optare per l'essenzialità, stampando sulla plastica il minimo indispensabile". La trascrizione completa dell'intervista ai PGR verrà pubblicata prossimamente da Rockol.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.