FIMI: macché anomalie, nelle classifiche Nielsen è tutto regolare

Riceviamo dalla FIMI e volentieri pubblichiamo integralmente senza alcun intervento nel testo:
Musica & Dischi: clamoroso infortunio. Dati falsati in classifica ? In realtà erano dischi tornati a vendere grazie a campagne di sconti.
La storica rivista musicale è incorsa in un clamoroso flop cercando a tutti i costi uno scoop che si è rivelato, in realtà, una clamorosa bufala. Secondo gli esperti del giornale, le classifiche ufficiali di vendita dei dischi dei primi mesi dell'anno sarebbero state falsate elaborando dati che si riferivano all'anno precedente. In realtà, come ha spiegato Ac Nielsen, la società di ricerche che si occupa di raccogliere i dati di vendita, i dischi riapparsi in classifica si trovano nuovamente nelle charts perché sono tornati a vendere a molti mesi dalla pubblicazione ciò, in particolare, per una grossa campagna di sconti di una nota catena di negozi effettuata ad inizio d'anno ed ad altre iniziative tuttora in corso anche da parte di grandi superfici.
Quindi nessuna falsificazione dei dati ma solo una clamorosa svista di un mensile che forse, pubblicando una propria classifica, e quindi in evidente conflitto d'interesse, ha cercato una strada non molto ortodossa per colpire un concorrente e FIMI.
Le classifiche italiane fotografano la vendita di tutti i dischi immessi in commercio e pertanto in questo momento, dove i numeri di vendita sono universalmente riconosciuti molto bassi, anche pochi titoli venduti muovono le charts in maniera talvolta anche sensibile.
La metodologia di rilevazione dei dischi più venduti è disponibile sul sito www.fimi.it

Così come abbiamo dato il nostro punto di vista sull’articolo di “Musica & Dischi” (vedi News) non ci esimiamo dal fornirlo anche sulla replica della FIMI. Che indubbiamente fornisce una possibile motivazione alla ricomparsa in classifica di dischi vecchi di un anno – anche se, immaginiamo per ragioni di riservatezza sulla composizione del campione, non rivela quale sia la “nota catena di negozi” – ma che sarà completa solo quando la Nielsen a sua volta fornirà informazioni precise sui titoli interessati alla “grossa campagna di sconti” (meglio se supportate da analoghe informazioni su eventuali campagne di vendita promosse dalle Case discografiche: informazioni che sollecitiamo alle stesse Case discografiche).
A margine, FIMI ci informa di non essere stata contattata da “Musica & Dischi” per fornire il proprio punto di vista sul contenuto dell’articolo prima che questo venisse pubblicato, ma di essere stata informata via fax della pubblicazione di esso solo ieri, lunedì 6 maggio. Il che rende infondato (e ce ne scusiamo) il nostro commento incluso nella notizia pubblicata oggi da Rockol (“stupisce anche di più che la FIMI non abbia ancora preso posizione sulla faccenda”), ma ce ne sollecita un altro: possibile che la cortese funzionaria della società Nielsen contattata da “Musica & Dischi” non abbia informato il proprio committente (appunto la FIMI) del fatto che un giornale di settore stava indagando sui contenuti delle classifiche?
Restiamo disponibili ad ospitare prossime controrepliche, precisazioni e ulteriori interventi sull’argomento: nella convinzione che la trasparenza totale sia sempre la migliore garanzia di serietà e correttezza.
Dall'archivio di Rockol - 1991, l'ultimo anno d'oro del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.