Google Music, download store e servizio cloud dal 13 novembre anche in Italia

Italia, Francia, Germania, Spagna e Regno Unito: sono questi i Paesi europei in cui, il prossimo 13 novembre, Google lancerà il suo negozio di musica in download, Google Music, a quasi un anno dal debutto negli Stati Uniti, integrandolo col nuovo servizio cloud in modalità "scan and match" che consente di accedere automaticamente, sui server della piattaforma, ai brani della propria collezione digitale riconosciuti dal sistema (in precedenza, Google richiedeva l'upload manuale, una a una, delle tracce nella "cassaforte digitale").

La società di Mountain View è finalmente riuscita a ottenere le licenze sul repertorio di Warner Music, una major mancante all'appello, integrando anche un servizio cloud based che, a differenza di quelli sviluppati da Apple e Amazon, è ad accesso gratuito con un limite di 20 mila canzoni archiviabili a testa.

L'offerta musicale di Google rientra nell'ambito del portale Google Play, che vende anche giornali e riviste, applicazioni, libri e film (questi ultimi da ieri disponibili in Canada, Australia, Regno Unito, Francia e Spagna) ed è accessibile via Web browser o tramite app per dispositivi funzionanti con sistema operativo Android.

"Per avere un negozio di successo il pubblico deve poter aggiungere i nuovi acquisti alle collezioni preesistenti senza soluzione di continuità", ha spiegato a Billboard.biz Zahavah Levine, direttore delle content partnership per Android. "Abbiamo bisogno di un unico ecosistema".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.