Usa, contro le royalty musicali troppo alte nasce la lobby delle Internet Radio

Il punto dolente delle relazioni tra etichette, società di edizione musicale, servizi Web radio e piattaforme di streaming è tuttora rappresentato dall'entità delle royalty dovute a chi detiene i diritti sulle canzoni trasmesse. Tanto che, negli Stati Uniti, è nata una Internet Radio Fairness Coalition di cui sono membri fondatori società come Pandora e Clear Channel e il cui scopo è appunto di fare pressione sui legislatori affinché approvino le norme più favorevoli ai Webcaster contenute nella proposta di legge nota appunto come Internet Radio Fairness Act. Del gruppo fanno parte anche la Consumer Electronics Association, la Small Webcaster Alliance e la Computer and Communication Industry Association.

Le nuove disposizioni introdurrebbero delle linee guida nella determinazione delle tariffe analoghe a quelle che si applicano ai settori delle radio via cavo e via satellite prendendo in considerazione fattori come l'equo compenso dei detentori dei copyright, l'interesse pubblico e i rischi industriali. Da parte loro, le case discografiche spingono in America per l'approvazione di un altro disegno di legge, formulato dal deputato Jerrold Nadler, che propone per converso di adeguare le tariffe applicate a emittenti via cavo e via satellite a quelle pagate dai webcaster.

Recentemente, Clear Channel ha iniziato a cercare una soluzione al problema negoziando accordi diretti con i singoli detentori dei diritti cominciando con Big Machine Records, la casa discografica che pubblica i dischi di Taylor Swift.,  e con Glassnote Entertainment (Mumford and Sons). "Crediamo che le soluzioni basate sui meccanismi di mercato siano la via da seguire", ha spiegato l'amministratore delegato di Clear Channel Bob Pittman, "ma in assenza di accordi il Copyrigth Royalty Board deve disporre e considerare un maggior numero di informazioni rilevanti, così da poter sviluppare una struttura tariffaria che assicuri prosperità e sostenibilità al mercato delle Internet radio".

Dall'archivio di Rockol - I migliori album tributo del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.