Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Industria / 23/04/2002

Musica latina, parte la joint venture Estefan-Sony-Gran Via Musical

Musica latina, parte la joint venture Estefan-Sony-Gran Via Musical
Ancora sommovimenti sul fronte, sempre più “caliente”, della musica latina.
Pochi giorni fa il network radiofonico USA di lingua spagnola Univision aveva annunciato l’acquisto dell’etichetta messicana Fonovisa (vedi news), ed ecco che arriva la contromossa del gruppo spagnolo Prisa, già titolare, insieme con Universal, della label di Miami MuXXic Latina (oltre che legata al precedente proprietario della stessa Fonovisa, Televisa, da accordi sul fronte radiofonico). Si è infatti finalmente messa in moto Sunnyluna, la nuova impresa discografica nata da una joint venture tra il marchio discografico della potente holding iberica, Gran Via Musical (una start up capace di fatturare 50 milioni di € nel primo anno di attività grazie a nomi emergenti come Paulina Rubio), la major Sony Music e Crescent Moon Records, casa discografica di proprietà di Emilio Estefan, marito di Gloria e magnate tuttofare del pop americano di lingua ispanica.
La nascita dell’etichetta in realtà era già stata annunciata un paio di mesi fa, ma solo ora la nuova creatura comincia a muovere i primi passi sul mercato discografico: passi pesanti, sicuramente, considerati l’esperienza, il know-how e la potenza di fuoco che i tre partner dell’iniziativa sono in grado di mettere sul piatto.
Il roster artistico di Sunnyluna spazierà su tutto il territorio nord, centro e sudamericano, dalla rock band texana Vallejo al cantautore peruviano Gian Marco, passando per il portoricano Shalim. Ma non sarà Miami il quartier generale delle operazioni bensì Madrid, patria del gruppo Prisa e di Gran Via Musical, che manterrà dunque una posizione di controllo sulla joint venture, guidata da un management a cui parteciperanno rappresentanti di tutte e tre le società costituenti. Per Estefan e per la Sony si tratterà comunque di un’ulteriore opportunità per rafforzare il loro ruolo di leader indiscussi sui mercati del pop latino, dove la multinazionale giapponese (spesso fiancheggiata dall’artista/imprenditore cubano-americano) sfoggia già in catalogo nomi come Ricky Martin, Jennifer Lopez, Shakira, Chayanne, Marc Anthony, Julio Iglesias e la stessa Gloria Estefan.