Musica digitale, arriva Xbox Music (Microsoft)

Streaming on-demand, download, music cloud, canali "radio" su Internet dedicati a singoli artisti. Il nuovo servizio Xbox Music di Microsoft, disponibile da domani, inizialmente solo su console Xbox 360, in 22 mercati (tra cui l'Italia) assomiglia un po' a Spotify, un po' a iTunes e un po' a Pandora.

Il sostituto del poco fortunato Zune è rimasto in cantiere per un anno e promette agli utenti un'esperienza completa e integrata di fruizione della musica digitale: la principale differenza, rispetto al predecessore, consiste nella possibilità di accedere gratuitamente in streaming - grazie alle inserzioni pubblicitarie - a un catalogo di oltre 30 milioni di canzoni, mentre la versione premium - 9,99 euro al mese o 99,99 euro all'anno - consente di evitare gli spot e di memorizzare la musica su tutti i dispositivi di lettura (console Xbox 360 dal 16 ottobre, tablet e pc dal 26 ottobre, smartphone Windows Phone 8 dopo il 29 ottobre) per l'ascolto offline. Tra le altre nuove funzioni si segnala un servizio "scan-and-match" che permette di ascoltare sulla "nuvola" la propria intera collezione musicale senza dover caricare manualmente i brani su un digital locker, utilizzabile invece per i brani per i quali Microsoft non ha ottenuto le licenze dalle case discografiche (quest'ultima opzione sarà disponibile solo a partire dall'anno prossimo).

    Streaming on-demand, download, music cloud, canali "radio" su Internet dedicati a singoli artisti. Il nuovo servizio Xbox Music di Microsoft, disponibile da domani, inizialmente solo su console Xbox 360, in 22 mercati (tra cui l'Italia) assomiglia un po' a Spotify, un po' a iTunes e un po' a Pandora.

    Il sostituto del poco fortunato Zune è rimasto in cantiere per un anno e promette agli utenti un'esperienza completa e integrata di fruizione della musica digitale: la principale differenza, rispetto al predecessore, consiste nella possibilità di accedere gratuitamente in streaming - grazie alle inserzioni pubblicitarie - a un catalogo di oltre 30 milioni di canzoni, mentre la versione premium - 9,99 euro al mese o 99,99 euro all'anno - consente di evitare gli spot e di memorizzare la musica su tutti i dispositivi di lettura (console Xbox 360 dal 16 ottobre, tablet e pc dal 26 ottobre, smartphone Windows Phone 8 dopo il 29 ottobre) per l'ascolto offline. Tra le altre nuove funzioni si segnala un servizio "scan-and-match" che permette di ascoltare sulla "nuvola" la propria intera collezione musicale senza dover caricare manualmente i brani su un digital locker, utilizzabile invece per i brani per i quali Microsoft non ha ottenuto le licenze dalle case discografiche (quest'ultima opzione sarà disponibile solo a partire dall'anno prossimo).

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.