Britney-Justin: il litigio ora è sulla casa (da 2 milioni di dollari)

Britney-Justin: il litigio ora è sulla casa (da 2 milioni di dollari)
Facevano i piccioncini innamorati, giuravano che si sarebbero sposati. Ma a vent’anni certe cose possono capitare, ed ora Britney e Justin devono fare i conti con l’amara realtà. Che è più o meno questa: lui l’ha scaricata come un sacco di patate perché, diciamolo chiaro una volta per tutte, si era rotto le balle. Lei sempre in giro per il mondo, sempre a lavorare, a fare interviste, a promuovere ogni santo singolo, e lui lì, come un cretino, in America ad aspettarla. E poi c’era quell’altro problemino. Lui, giovane maschio spumeggiante e con tutti gli ormoni che gli girano come una biglia in un frullatore, vicino ad una bella ragazza che per il sesso vuole aspettare fino al matrimonio. Pover’uomo, è già tanto se non è impazzito. Ora però c’è un altro problema: la casa. Già, perché l’ex felice coppia aveva acquistato, nel febbraio 2001, una simpatica villa sulle colline di Beverly Hills. Costo: 2 milioni di dollari. Intenzione: trasferirvisi appena sposati. Certo che 2 milioni di dollari non sono uno sputo, anche per gente ricca come loro. Paghi tu o pago io, caro? Lui aveva fatto lo sborrone: “La pago io, la villa!”, ma poi avevano fatto fifty-fifty. E adesso, dicono, si telefonano solo per litigare sulla proprietà. Presto si vedranno. Ma non per tentare l’ultima carta tra di loro: per andare dall’avvocato. Da notare che la villa è stata costruita tre soli anni fa, ha quattro camere da letto principali, un grande salone, palazzina per le guardie del corpo e l’obbligatoria piscina.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.