La Polonia dice no al parco dei divertimenti di Michael Jackson, e lui per consolarsi fa shopping a Monaco di Baviera

La Polonia dice no al parco dei divertimenti di Michael Jackson, e lui per consolarsi fa shopping a Monaco di Baviera
Michael Jackson non ce l’ha fatta. Il suo sogno (o business?) di realizzare un mega-parco dei divertimenti in un quartiere periferico di Varsavia Ë stato bloccato dal ministro dell’interno polacco Janusz Tomaszewsky che si è duramente opposto alla vendita della pista aerea di Bemowo, dove il parco doveva sorgere.

Secondo il ministro, 150 dei 214 ettari occupati dall’aeroporto sono indispensabili per i voli del pronto soccorso nazionale e i restanti 64 ettari non bastano per costruire “Jacksonland”, che ha bisogno di circa 100 ettari. Ora riprende quota l’ipotesi che l’insediamento voluto da Jackson possa reealizzarsi in un’altra città del mondo. Anche Civitavecchia in un primo momento figurava tra le candidate, ma successive smentite hanno ormai fatto tramontare questa possibilità. Per consolarsi, intanto, Michelino si dà alle spese. Giunto a Monaco di Baviera per andare a visitare in carcere il suo agente di concerti Marcel Avram, condannato a tre anni e mezzo di reclusione per evasione fiscale, e trovandosi in compagnia del figlioletto Prince, Michael ha deciso di comprare al piccolo un po’ di giocattoli nuovi. Per muoversi indisturbato ed avitare i fans che altrimenti lo avrebbero assediato, Jackson ha deciso di mascherarsi da donna araba, con tanto di velo sul viso. Il trucco ha funzionato benissimo, Jackson ha fatto i suoi acquisti indisturbato ed è poi rientrato in albergo.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.