Dal passato del funk di Detroit riemergono i Black Merda

Non capita certo tutti i giorni d'imbattersi in un servizio sui Black Merda, gruppo funk di Detroit che pareva essere stato dimenticato dal tempo. L'uomo di spicco di questa formazione, il cui nome provoca curiosità (e sorrisi) probabilmente solo in Italia, era Ellington "Fugi" Jordan. Il mensile britannico "Mojo", per il suo numero di aprile, è riuscito a rintracciare Fugi, il quale ora abita a Fresno, California. Il musicista, che fu amico di Jimi Hendrix ed il cui periodo migliore con i Merda rimane il 1968-1970, ha confessato alla rivista che, dopo aver toccato il punto più basso della propria esistenza nel 1974 a causa della sua totale dipendenza dall'eroina, ora, oltrepassata la boa dei 60 anni, continua a comporre canzoni. Il suo album "perduto" che la 20th Century non pubblicò a metà anni Settanta, proprio a causa dei suoi problemi di droga, venne immesso sul mercato nel 1997 dall'etichetta rap Tuff City col titolo di "Mary, don't take me on no bad trip".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.