Elizabeth Hurley, dall'ospedale a casa di Elton John

Elizabeth Hurley, dall'ospedale a casa di Elton John
Sir Elton John, si sa, è molto generoso. Così, quando Elizabeth Hurley ha lasciato l'ospedale dove lo scorso 4 aprile ha dato alla luce il piccolo Damian Charles trovandosi circondata dai temibili paparazzi inglesi, il baronetto di “Your song” ha ben pensato di ospitare l'amica nella sua reggia di Windsor. La decisione di sfuggire ai fotografi, però, avrebbe anche un motivo più “profondo”. La Hurley, infatti, starebbe trattando, sulla giovanissima pelle del neonato, la vendita in esclusiva al settimanale OK! delle prime foto del bambino. La cifra? Si parla di 1,5 milioni di sterline, circa 2,4 milioni di Euro. Sir Elton John, che oltre a Elizabeth ha ospitato, nella sua dimora attrezzata con piscina, sala da ballo e persino con una stalla per gli adorati asini, anche la sorella dell'attrice Katie, ha già fatto una promessa: appena possibile farà da padrino a Damian. (Fonte: Il Giorno, Il Messaggero)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.