'Multa' a una società americana: i dipendenti scaricavano musica da Internet

Può costare caro, a un imprenditore o a una società, chiudere un occhio di fronte agli impiegati che utilizzano i server del sistema informatico aziendale per scaricare e scambiarsi file musicali. Se n’è accorta la Integrated Information Systems Inc., una ditta di consulenza informatica dell’Arizona che ha accettato di pagare un milione di dollari all’associazione dei discografici americani pur di non essere trascinata in tribunale.
La società – che, ironia della sorte, commercializza anche un software per la riproduzione “sicura” di musica su Internet - era consapevole del fatto che uno dei suoi server veniva utilizzato dai suoi dipendenti esclusivamente per prelevare file MP3 non autorizzati da Internet e scambiarseli con i colleghi di ufficio. Il traffico “illegale” aveva prodotto lo scambio non autorizzato, attraverso le reti informatiche aziendali, di canzoni di artisti come Aerosmith, Ricky Martin e Police ed era da mesi sotto il controllo dei funzionari dell’associazione dei discografici. “C’è un messaggio chiaro in questa vicenda”, ha commentato il responsabile RIAA per gli affari legali Matt Oppenheim, “ed è che le società che consentono di sfruttare le risorse aziendali per violare i diritti d’autore ne pagano le conseguenze”.
Music Biz Cafe Summer: Covid-19, le sfide di artisti e discografici
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.