NEWS   |   Pop/Rock / 10/10/2012

'Led Zeppelin - Celebration day': la storia delle reunion

'Led Zeppelin - Celebration day': la storia delle reunion

L'ultimo concerto della formazione originale dei Led Zeppelin (prima della morte di John Bonham, avvenuta il 25 settembre del 1980 nella casa di Jimmy Page a Windsor, dopo una giornata di prove in vista di un nuovo tour americano) risale a quello stesso anno, il 7 luglio alla Eissport Halle di Berlino.

Passano quasi cinque anni prima che i tre membri originali della band, ufficialmente sciolta poco dopo la tragedia, si ritrovino su un palco insieme: l'occasione è speciale, il Live Aid organizzato da Bob Geldof, ma la breve performance (tre canzoni, diciassette minuti) che ha luogo la sera del 13 luglio del 1985 al JFK Stadium di Filadelfia - Page, Robert Plant e John Paul Jones sono accompagnati da Paul Martinez al basso e da Tony Thompson alla batteria, poi rimpiazzato da Phil Collins - è, per stessa ammissione dei protagonisti, estremamente deludente. Lo stesso senso di insoddisfazione accompagna la seconda "reunion" che va in scena il 14 maggio 1988 al Madison Square Garden di New York in occasione del quarantennale della Atlantic Records: le lodi, in quella circostanza, sono tutte per il figlio di Bonham, Jason, che prende posto dietro la batteria. Il 12 gennaio 1995 Page, Plant e Jones si ritrovano alla Rock and Roll Hall of Fame di Cleveland, e in occasione della loro induzione nel museo del rock si esibiscono brevemente in compagnia di Steven Tyler e Joe Perry degli Aerosmith, di Neil Young e di Bonham e Michael Lee alla batteria. A queste tre occasioni ufficiali vanno aggiunti due meeting informali: il primo ha luogo nel novembre del 1989, alla festa del ventunesimo compleanno di Carmen Plant, figlia di Robert; il secondo il 28 aprile 1990 durante il party nuziale di Jason Bonham, un altro evento privato cui assistono circa 200 invitati.

Saranno invece venti milioni di persone a fare richiesta di un biglietto per assistere alla esibizione del quartetto, di nuovo con Jason Bonham alla batteria, annunciata per il 26 novembre alla O2 Arena di Londra, dove i Led Zeppelin rivestono il ruolo di headliner in uno show di beneficenza dedicato alla memoria di Ahmet Ertegun, il fondatore della Atlantic che fece firmare al gruppo il suo primo contratto discografico. A causa di una microfrattura al mignolo della mano sinistra di Page, il concerto viene posticipato al 10 dicembre: prima della loro attesissima esibizione, sul palco della O2 Arena salgono Keith Emerson accompagnato da Chris Squire, Alan White e Simon Kirke, Paul Rodgers, Foreigner, Paolo Nutini e Bill Wyman con i Rhythm Kings. A quello che molti definiscono nell'occasione "il concerto del secolo" assistono tra gli altri personalità come Paul McCartney, Mick Jagger, David Gilmour, Peter Gabriel, Brian May, Jeff Beck, The Edge, Dave Grohl, Chad Smith, Marilyn Manson, Ben Harper e Noel e Liam Gallagher.

A quasi cinque anni di distanza, lo show (ripreso da Dick Carruthers, collaboratore fidato della band) diventa infine un film, "Led Zeppelin - Celebration day", proiettato per un giorno soltanto, mercoledì 17 ottobre, in circa 150 sale italiane (qui l'elenco completo) prima di essere distribuito sul mercato, a novembre, in molteplici formati fisici e digitali.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi
BEATLES
Scopri qui tutti i vinili!