La EMI dà una mano al MiniDisc

A volte ritornano. Bollato come uno dei grandi flop degli anni ‘90 sul fronte dei supporti preregistrati (Giappone escluso), il MiniDisc Sony, per anni ostinatamente tenuto in vita dalla sola multinazionale giapponese, trova ora un inatteso alleato in un’altra major discografica, il gruppo EMI/Virgin.
E sarà proprio la Virgin a pubblicare nel formato MD 20 titoli del suo catalogo più recente, compresi i suoi best seller più recenti come “Spiceworld” delle Spice Girls e “The velvet rope” di Janet Jackson.
Basterà a risollevare le sorti di un supporto da molti condannato a morte prematura? Le cifre più recenti confermano la popolarità del MiniDisc in terra nipponica (5 milioni di lettori venduti nel ‘97, oltre a 28 milioni di supporti, per lo più vergini) ma indicano in 1 milione di pezzi i lettori di MD venduti in tutta l’Europa.
Ancor meno entusiasmo il sistema sembra suscitare negli Stati Uniti: appena 250 mila lettori sono stati acquistati nel ‘97 dai consumatori americani.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.